Bisesti (Lega): “Lettera di denuncia contro l’invito di Soros al Festival dell’Economia”

Bisesti

Invito tutti i rappresentanti delle forze politiche che non si identificano nel pensiero mondialista ed elitario che rappresenta Soros, a firmare una lettera di denuncia“. Questo è quanto dichiarato da Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega Trentino non appena ha saputo dell’arrivo del magnate ungherese, naturalizzato statunitense, George Soros al 13° Festival dell’Economia di Trento.

Trovo inaccettabile che un evento che dovrebbe parlare in modo obiettivo di economia e di finanza si trasformi in una kermesse dove l’imparzialità da parte di alcuni soggetti che gestiscono questo festival supera di gran lunga ogni più nefasta previsione“. A questo proposito aggiunge anche: “È oltraggioso che ad un festival dedicato alla robotica e alla tecnologia, venga invitato come ospite d’onore Soros, capo e il simbolo dell’élite mondialista“.

George Soros è un imprenditore e attivista ungherese, diventato tristemente famoso nel 1992 per aver, attraverso alcuni movimenti finanziari poco etici, incentivato la svalutazione della sterlina e della lira italiana al fine di trarne ingenti guadagni. Le sue condotte eticamente discutibili e finanziariamente sono al centro di un ampio dibattito internazionale.

Bisesti ricorda che George Soros è anche il fondatore della Open Society Foundations, fondazione che opera per finanziare le cause pro migrazione. È per questo che il segretario della Lega del Trentino definisce il magnate come un “complice dell’invasione“.