CONTINUA LA “CRIMINALIZZAZIONE” CONTRO CASA POUND ITALIA

0
56

Continuato anche ieri sera il lungo botta e risposta tra Formigli e Simone Di Stefano. Nella puntata di piazza pulita è andata in scena il solito attacco nei confronti del Partito politico di Destra, accusato di essere violento. Il tutto nasce nel momento in cui Simone Di Stefano vicepresidente di CasaPound Italia a Piazzapulita aveva risposto alla domanda del pseudo “giornalista” Formigli. “Lei è Fascista?” domandò il conduttore televisivo; “Assolutamente si” fu la tranquilla risposta data dall’ex candidato Premier alle ultime elezioni politiche.

Casa Pound Italia nella serata di ieri ha rilasciato su facebook una nota nella quale si afferma: “Prosegue senza sosta la diffamazione in prima serata e a rete unificate nei confronti (e in assenza) di CasaPound. Questa sera Formigli, più delirante del solito, ipotizza improbabili complotti a Tor Sapienza.”
Questa continua affermando: “Nulla di strano, a parte la mole di lavoro del nostro avvocato incredibilmente accresciutasi in questi giorni. Il sistema e i suoi corifei, si sa, reagiscono così in questi casi. Siamo però certi – e il crescente sostegno che riceviamo ce lo dimostra – che gli italiani abbiano ormai gli strumenti per smascherare agevolmente le loro menzogne.” Di Stefano, sempre su facebook, ha ironicamente e serenamente affermato: “Ve lo dico io, prima che lo scopre Formigli: CasaPound ha affondato il Titanic.”

Comments

comments