De Bertoldi (FDI) interroga il ministro Tria. “E’ necessario che il Governo riveda la manovra”

de bertoldi

Andrea de Bertoldi, Senatore e Segretario della Commissione Finanze del Senato, ha presentato un’interrogazione ufficiale al Ministro dell’Economia Giovanni Tria avente come oggetto la prossima “Legge di Bilancio”.

Il Senatore attraverso l’interrogazione ha dichiarato: “Rivedere le scelte che il governo ha operato in politica economica e fiscale e la decisione di fissare per la prossima legge di Bilancio il rapporto deficit/Pil al 2,4 per cento. Infatti, è assurdo che la creazione di nuovo debito sia finalizzata al finanziamento dell’assistenzialismo del reddito di cittadinanza, piuttosto che sostenere la crescita e l’occupazione”.

Entrando nello specifico della questione Andrea de Bertoldi ha aggiunto: “I dati evidenziati negli ultimi giorni dal bollettino economico della Banca d’Italia secondo i quali nei primi otto mesi del 2018 gli investitori economici hanno ridotto le loro consistenze di titoli in portafoglio di 42,8 miliardi e in relazione anche al recente declassamento da parte dell’agenzia di rating Internazionale Moody’s sul giudizio di sostenibilità del debito pubblico italiano, i cui effetti hanno determinato un innalzamento dello spread a 340 punti base, devono indurre necessariamente il Governo a rivedere l’impianto normativo delle ultime decisioni prese. Decisioni che rischiano di provocare gravissimi danni all’economia e alla tenuta dei conti pubblici. A questo si aggiunge l’aver fissato nella prossima legge di Bilancio il rapporto deficit/pil al 2,4 per cento, ben lontano da quell’1,6 per cento che aveva assicurato agli investitori istituzionali”.

Successivamente de Bertoldi ha invitato il Governo a rivedere la manovra prima che giunga al Parlamento per evitare che la situazione economica italiana possa peggiorare entrando in “una deriva pericolosa”.