De Bertoldi: “Voglio sapere i finanziamenti riconducibili a Soros”

“È inammissibile che, sui giornali, l’imprenditore e filantropo George Soros venga considerato uno degli investitori di maggiore successo a livello mondiale nonché principale finanziatore delle navi gestite da organizzazioni umanitarie che soccorrono i migranti in difficoltà”, ad affermarlo il Senatore trentino Andrea de Bertoldi che ha presentato nella giornata di ieri un’interrogazione parlamentare per sapere se il Governo sia a conoscenza di effettivi finanziamenti riconducibili alla “Open society foundation” di Soros. De Bertoldi ha poi aggiunto: “Vorrei sapere se sono in corso indagini internazionali, finalizzate ad accertare la correttezza dell’operato delle organizzazioni non governative, in merito a possibili connivenze con le organizzazioni criminali internazionali che gestiscono il traffico di clandestini”.

“È necessarioha continuatomettere in campo urgenti iniziative al fine di fronteggiare, in maniera rigorosa e stabile, l’emergenza sbarchi e l’immigrazione clandestina alimentata da finanziatori come il filantropo americano il quale contribuirebbe solo ad aggravare le condizioni geopolitiche generali”.

Sulla vicenda Soros era intervenuto qualche giorno fa anche il senatore del Movimento 5 Stelle, Elio Lannutti, che aveva pubblicato un tweet contro il miliardario e filantropo George Soros in cui scriveva: “una norma per arrestare il criminale speculatore sulla lira, nemico dei popoli liberi, appena mette piede sul suolo italiano”.

Nel tweet Lannutti condivide anche un link in cui si fa riferimento ad un’intervista che sarebbe stata fatta dallo stesso Soros all’Independent in cui avrebbe dichiarato: “mi sono immaginato come una specie di Dio (…). E’ una specie di malattia quando ti consideri una specie di Dio, il creatore di tutto, ma ora mi sento a mio agio da quando ho iniziato a viverlo”.