Ecotassa: dietrofront del Governo? Adiconsum: “La mobilità è un diritto”

Non si fermano le polemiche legate all’ecotassa che Luigi Di Maio vorrebbe introdurre sulle auto a benzina. Ad intervenire al riguardo è l’Adiconsum, secondo la quale il Ministro avrebbe fatto “dietrofront”, inserendo piuttosto un ecobonus su auto elettriche, ibride e a metano.

Esprimiamo una prima soddisfazione per l’accoglimento delle nostre osservazioni” ha dichiarato il Vicepresidente di Adiconsum Danilo Galvagni. “La mobilità è un diritto che i consumatori devono esercitare senza subire un aggravio di costi che non tenga conto delle condizioni reddituali“.

Ora ci auguriamo che al più presto venga convocato il Tavolo con tutti gli stakeholder per definire le modalità attuative degli incentivi” continua Galvagni, asserendo di aver presentato due proposte al Ministro Di Maio. Una legata alla transizione progressiva alla mobilità a zero emissioni con bonus incentivanti in tutti gli ambiti del trasposto, l’altra riguardo la fiscalità premiale basata sulla valutazione di tutte le emissioni inquinanti – non solo della CO2 – certificata da un organismo scientifico terzo. Si è anche parlato di trasformare il parco macchine inquinante, ma senza specificarne ulteriormente la modalità.

Anche alla luce dei risultati conseguiti – conclude Galvagni – auspichiamo che questo metodo di confronto tra Associazioni di rappresentanza dei consumatori e Governo su tematiche rilevanti per il Paese, esca dalla logica di incontro sporadico ed occasionale, e diventi prassi.