Giuliana: “Contro Salvini attivata la macchina del fango”

0
1347

Contro il ministro dell’interno Salvini è stata azionata la macchina del fango, attraverso la manipolazione del linguaggio e il condizionamento delle emozioni” afferma Emilio Giuliana, sostenendo inoltre che sia assurdo paragonare il censimento dei nomadi alle leggi razziali perché derivanti da natura, storia e contingenza diverse.

Chi agita lo spettro delle persecuzioni razziali, non conosce per ignoranza o omette in malafede chi il razzismo lo applicò scientemente prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale” continua Giuliana, ricordando alcuni eventi del passato. “Tristemente famosa l’apartheid americana viva ancora negli anni sessanta ed oltre, che ebbe come maggiori esponenti contro la lotta al razzismo Malcom X, Martin Luther King, Rosa Parks. Il razzismo inglese, che ebbe come illustri vittime ed oppositori Gandhi in India e Mandela in Sudafrica. Famosi gli Zoo Umani francesi, con esposizioni coloniali a Marsiglia e a Parigi. L’Esposizione coloniale parigina del 1931, in particolare, fu di così grande successo da attirare 34 milioni di persone in sei mesi. Il razzismo francese fu vivo e visibile fino agli anni settanta in tutte le colonie“.

Senza dimenticare l’odio antisemita viscerale propagato dalla Russia e da tutti i paesi comunisti, come ricorda anche il libro “Gli ebrei e l’antisemitismo nei paesi comunisti” citato da Giuliana. In conclusione: “I soloni dell’antirazzismo militante a ruolo paga delle varie associazioni globaliste finanziate da Soros, De Benedetti, Rothschild, Rockefeller (per citare le più famose) prima di strapparsi farisaicamente le vesti, verifichino chi razzista lo è stato e chi lo è ancora davvero“.