Italia Unica: Zanetti, Scelta Civica e le Sirene del partito della Nazione

0
38

“Il Partito della Nazione prende ogni giorno maggiore forma e si prepara alle amministrative. Ma è un monstrum politico perchémette insieme culture diverse e contrapposte, frammenti ideologici e valori stiracchiati. Renzi è come una calamita, attira tutto ciò che non ha forza e massa per resistergli. E il risultato è una calamità, perché l’insieme è un indistinto di persone e provenienze, impacchettato in sigle e sottosigle ormai senza significato. Chi oggi chiede o peggio si propone per primarie di coalizione della sinistra, getta al vento l’occasione più grande, quella di costruire un’alternativa liberale e popolare che non sia condizionata dal marketing della propaganda. Il riferimento, non casuale, è a Zanetti per il quale Scelta Civica sarà orgogliosamente a fianco del Pd.

Che differenza c’è allora con i tanti parlamentari che hanno usato l’autobus noleggiato da Monti con Fini e Casini per scendere alla fermata del Nazareno mesi fa? Sostenere Sala a Milano o Fassino a Torino è operazione misera se si guida un partito, come Zanetti crede sia oggi Scelta Civica, inesistente sui territori e accampata in Parlamento ai margini del fortino renziano. Italia Unica lavora per un grande progetto politico, capace di costruire dal basso, ma veramente, un’alternativa al Partito della Nazione e a tutti i populismi. Il cantiere è al lavoro in modo frenetico. Se per Zanetti, Alfano, Verdini e compagnia assortita il “nuovo” è rappresentato dal Partito della Nazione peggio per loro. Ma siccome noi non vogliamo il peggio per il Paese, Italia Unica farà di tutto per contrastare questo disegno”. Lo afferma Lelio Alfonso, coordinatore di Italia unica, il movimento guidato da Corrado Passera.

Comments

comments