L’AIUTO DEL M5S ALLA GENOVA ALLUVIONATA

0
39

Beppe Grillo è stato contestato ieri a Genova perché non ha offerto aiuto alle popolazioni coinvolte nel disastro. Il portavoce del M5S non ci sta al gioco della stampa, che ha evidenziato le contestazioni, e nella giornata di ieri su Facebook ha pubblicato le prove dell’impegno dei penta stellati sui luoghi coinvolti nell’alluvione “Ho girato un po’ a Genova oggi, i nostri parlamentari sono lì. Ne ho incontrato 4 o 5 che sono lì con la scopa in mano in forma privata, sono mischiati a quelli che danno una mano. Una parte dei nostri sono rimasti a Roma perché faremo una mozione di sfiducia al governo Renzie perché non ha mantenuto le promesse.”.

Ha scritto Beppe Grillo per poi affermare che: “Queste sono persone che mentono sapendo di mentire e chi ci va di mezzo sono sempre i poveracci. Io mi sono preso i miei fischi, me li tengo, vi ringrazio che mi avete anche detto “spala!”. Se vi rappresento la politica e dovete sfogarvi, bene, sfogatevi su di me: io uscirò di nuovo. Sono pronto a prendermi tutti gli sfoghi perché avete tutte le ragioni del mondo. Anche se la mia coscienza è a posto perché è la mia citta e sono andato nei miei quartieri, dove sono nato e cresciuto. Io ci sono, il M5S c’è e ci sarà sempre dalla parte delle persone sconfitte. Basta con questa gente che manda i tweet, fa le mozioni e poi non mantiene quello che dice.”

Probabilmente Renzi non andrà mai a Genova perché, come scrive il senatore 5 Stelle Nicola Morra, “mentre noi possiamo girare fra la gente senza scorta e a testa alta, RENZI E IL SUO PARTITO A GENOVA RISCHIANO IL LINCIAGGIO.” Grillo ci ha messo la faccia, l’informazione l’ha persa ancora una volta.”

Comments

comments