Dopo Donald Trump tocca a Matteo Salvini. La prestigiosa rivista Time ha dedicato al leader della Lega la propria copertina, portando la sua politica ai vertici dell’opinione pubblica mondiale.

A portare sull’ambita rivista il volto del leghista sono state le sue politiche contro l’immigrazione clandestina e contro l’Unione Europea. In particolare, il suo essere eurocritico piuttosto che euroscettico ha contribuito a non farlo bollare come un antieuropeista tout court, alla stregua di altri leader politici che hanno infiammato lo scacchiere politico europeo negli ultimi anni.

Il titolo a lui collegato è “Il volto nuovo dell’Europa“, sottolineando come le politiche di Salvini non siano dissimili da quelle di Sebastian Kurz, Viktor OrbanManfred Weber, politici del PPE che stanno collaborando per dare un taglio più conservatore al principale partito politico europeo, in vista delle prossime elezioni.

Matteo Salvini, lo zar italiano dell’immigrazione, in missione per far fallire l’Unione Europea” è il sottotitolo che incornicia il riconoscimento del giornale americano. Se la voglia far fallire o se invece la voglia cambiare, questo sta a Salvini dirlo. Di sicuro, il fatto che si tratti del primo politico dell’era post-berlusconiana ad essere insignito di questo titolo è esplicativo del potere assunto dal leader del Carroccio.