Nel PD cresce la voglia di dialogo con il M5S. A confermarlo il deputato dem Boccia

0
564

Francesco Boccia, deputato del Partito Democratico, è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Boccia è tornato a parlare del Movimento Cinque Stelle: “Una cosa è il dialogo, una cosa è l’alleanza. E’ un nostro dovere politico confrontarsi sui temi e sui contenuti. Penso che tra il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle ci siano più punti di confronti rispetto a quelli che possono esserci tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega. Con Salvini è difficile anche sedersi a parlare, considerando le sue posizioni, mentre con il Movimento Cinque Stelle dalle misure di contrasto alla povertà, passando alle politiche sull’ambiente e le politiche che migliorino la qualità della vita, sono tante le cose fatte insieme che hanno un collante comune. E poi non dobbiamo dimenticare che oltre 2 milioni di elettori del Partito Democratico hanno votato M5S alle ultime elezioni”.

Francesco Boccia crede che nel Pd stiano aumentando gli esponenti che desidererebbero dialogare con il Movimento: “La mia posizione, quella di Emiliano, Orlando e Franceschini, sta trovando sempre più consensi nel partito. E’ in aumento la voglia di dialogo con il Movimento Cinque Stelle. I loro parlamentari voglio sfidarli sui contenuti. La politica nobile è anche pensare di far saltare gli accordi degli altri. E’ folle per il Paese l’accordo tra Movimento Cinque Stelle e Lega e non sono, come qualcuno nel mio partito, qualcuno che gioisce pensando che il Movimento Cinque Stelle possa andar male. Perché se andrà male, ne pagherà le conseguenze il Paese. Quando sento miei compagni di partito dire ‘vedrete come combineranno il Paese’, penso che siano dei matti furios”i.