Passera: “Parte da Milano la riscossa della società contro la partitocrazia”

0
30
Il 31 gennaio “L’alternativa è in città”: Meeting nazionale di Italia Unica (ore 10.00 – 13.00; Teatro Vetra, Piazza Vetra 7, Milano).
Italia Unica festeggia un anno dalla fondazione con l’iniziativa politica L’alternativa è in città”. Appuntamento a Milano il 31 gennaio (dalle 10 alle 13) al Teatro Vetra. Il primo compleanno del movimento sarà l’occasione per il suo fondatore e leader, Corrado Passera, per fare il punto sull’attività dei dodici mesi trascorsi e fissare i nuovi obiettivi, a cominciare dalla sua candidatura a sindaco di Milano con una piattaforma civica liberal-democratica e popolare alternativa alla sinistra.
In un anno, dalla sua nascita, Italia Unica si è strutturata politicamente e organizzativamente in ogni regione, con l’adesione di centinaia di amministratori locali, quasi 200 Porte territoriali e un crescente numero di iscritti, frutto anche della campagna di adesione 2016 partita nelle scorse settimane. Di tutto questo parleranno a Milano il coordinatore nazionale Lelio Alfonso e il responsabile organizzativo Valter Catoni, presentando i temi forti che accompagneranno la sfida programmatica di Italia Unica alle prossime amministrative: lavoro, sicurezza e famiglia. 
Centinaia gli attivisti attesi da tutta Italia e tanti rappresentanti di quelle forze civiche e territoriali che non vogliono arrendersi all’idea che i populismi siano il futuro della politica. Il meeting nazionale di Milano sarà l’occasione per un confronto aperto sulla costruzione dell’alternativa politica al progetto di Partito della Nazione a partire dunque dalle città. 
 
“Festeggeremo con orgoglio – commenta Corrado Passera – nella mia Milano il primo compleanno di Italia Unica. La vera alternativa alla partitocrazia di oggi si può costruire soltanto investendo sui territori e per noi la città è il punto di partenza. Siamo pronti ad impegnarci in tantissimi in tutta Italia: io lo sto facendo a Milano, per restituirle un futuro con più sicurezza e lavoro, attraverso proposte concrete e realizzabili. Parte da Milano il nostro progetto di rete dei territori, piattaforma di aggregazione delle tante forze civiche e responsabili del Paese”.

Comments

comments