PRIMARIE DI CENTRODESTRA. E’ POSSIBILE DIMENTICARE IL PASSATO?

0
169

“È Giorgia Meloni la leader più quotata per assumere la guida del centrodestra per i sondaggisti interpellati da Il Tempo . Abbiamo ascoltato il massmediologo Klaus Davi, Nicola Piepoli dell’istituto omonimo, Antonio Noto di Ipr Marketing e Roberto Weber di Ixè. E sulla presidente di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale il parere è stato pressoché unanime: ha tutte le carte per sbaragliare la concorrenza.” È questo quanto affermato da “Il Tempo” che ha ospitato nella giornata odierna anche un editoriale della leader di Fratelli d’Italia.

Sebbene le belle parole spese è altresì vero che l’esperienza delle primarie a oggi è sempre stata ostacolata da Silvio Berlusconi; nel dicembre 2012 il leader di Forza Italia annullò queste a pochi giorni dal loro svolgimento. Al contempo basti pensare alla fine del Popolo della Libertà: lotte interne che sono sfociate nella nascita di tre diversi partiti.

I divorzi non sono mai amichevoli e spesso a livello locale si è assistito alla fine di rapporti anche personali tra diversi politici che erano nella stessa casa creata nel 2009.

È possibile dimenticare il passato? Forse. Innanzitutto è necessario un passo indietro da parte di Silvio Berlusconi che non può rimanere ancora il “Deus ex machina” dell’intera coalizione di centrodestra; un esponente giovane quali Raffaele Fitto potrebbe essere degno erede anche a fronte degli ultimi risultati elettorali.

Giorgia Meloni dovrebbe porre come “Condicio sine qua non” la necessaria evoluzione storico-politica di Forza Italia; indirettamente esplica tale richiesta nell’editoriale da lei scritto su “Il Tempo”:

“Abbiamo dovuto sopportare anche la farsa delle primarie prima volute e poi cancellate da Berlusconi. Se all’epoca Alfano avesse tenuto il punto, con la stessa forza che ha impiegato per non perdere il posto al governo, se ci avessero dato ascolto, se avessimo organizzato le consultazioni tra la gente, adesso non ci troveremmo di fronte a un centrodestra polverizzato.

Propongono le primarie ora, benissimo. Ma quali partiti parteciperebbero? Quelli che governano con la Sinistra o che sostengono la Merkel? Questo è il punto centrale da affrontare prima ancora di discutere di primarie.”

È ormai tempo di cambiare pagina e di ricostruire senza rinnegare il passato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.