RENZI E I SEGRETI DI STATO

0
24

Matteo Renzi ha firmato nella giornata di ieri una direttiva che prevede la declassificazione di molti atti finora coperti da segreto di Stato. La decisione, presa proprio il mese prima delle prossime elezioni europee, è stata ritenuta dal premier come un dovere nei confronti dei cittadini e dei familiari delle vittime.

È stata del resto, come affermato dal sottosegretario Minniti, l’applicazione della  l.124/2007, legge approvata durante l’ultimo governo di Romano Prodi, che aveva istituito il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e riformato il comparto dell’Intelligence italiana che, fino a quel momento, aveva operato sotto la vigenza della legge 801/1977.

La normativa del 2007 è interessante per molti suoi elementi. Viene infatti previsto dall’articolo 39 comma 7 che: “Decorsi quindici anni dall’apposizione del segreto di Stato o, in mancanza di questa, dalla sua opposizione confermata ai sensi dell’articolo 202 del codice di procedura penale, come sostituito dall’articolo 40 della presente legge, chiunque vi abbia interesse può richiedere al Presidente del Consiglio dei ministri di avere accesso alle informazioni, ai documenti, agli atti, alle attività, alle cose e ai luoghi coperti dal segreto di Stato”.

A fini esemplificativi, si prevede l’obbligo da parte del Presidente del Consiglio di  dare accesso alle informazioni, ai documenti, agli atti, alle attività, alle cose e ai luoghi coperti dal Segreto di Stato. Il Capo del Governo può eventualmente apporre una deroga che non può superare i 30 anni. Si potrà venire a conoscenza di tutti quei fatti “Segreti” come la strage di Piazza Fontana avvenuta nel 1969.

“Uno dei punti qualificanti della nostra azione di governo è proprio quello della trasparenza e dell’apertura”, ha sottolineato il Presidente del Consiglio, peccato che è solamente l’applicazione di una legge del 2007.

Si saprà solamente nei prossimi giorni se vi sarà l’intenzione di declassificare documenti relativi a quanto avvenuto negli ultimi 15 anni.

A riguardo è utile ricordare che i Segreti di Stato, riguardanti anche nazioni straniere, sono sottoposti a delle apposite normative. Il provvedimento con cui è disposta la cessazione del vincolo, salvo che ricorrano gravi ragioni, è adottato previa intesa con le autorità estere o internazionali competenti.

LINK: Segreto di Stato

Michele Soliani

Comments

comments