Salvini e Renzi insieme per federalismo e semipresidenzialismo?

0
617

C’è voglia di ritornare al bipolarismo dopo che il tripolarismo della mai nata Terza Repubblica grillina non ha portato altro che a confusione. A rilanciare il sistema Matteo Renzi, che, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, ha contattato varie volte Matteo Salvini per convincerlo a un governo istituzionale, ovvero un governo che possa creare una repubblica semipresidenziale, così come proposto da Renzi, in uno stato federale, realizzando e concludendo il progetto della Lega Nord di Miglio in attesa della ufficialità della nuova Lega.

Renzi infatti è stato bene attento a non attaccare in tv il leader della Lega. Le sue bordate sono state tutte per Di Maio. E la riprova che restituire al popolo dem l’orgoglio di appartenenza sia la strada giusta Renzi l’ha avuta nel pomeriggio, quando il tweet di Dario Franceschini — “Dalle sue dimissioni Renzi si è trasformato in un Signornò” — (ritenuto dai renziani «una ammissione di debolezza») è stato inondato di commenti negativi.

Il problema restano quelle riforme che Salvini aveva promesso in campagna elettorale, ma probabilmente il suo elettorato potrebbe accettare di aspettare un anno, massimo due, pur di avere come risultato la tanto agognata governabilità di un paese troppo diviso in tre poli.

Il tutto è ancora aperto e si capirà solo nei prossimi giorni quali siano le intenzioni di Salvini e sopratutto di Mattarella. Di sicuro è sempre più remota la possibilità di un governo centrodestra-M5S dato che ormai i grillini si sono impuntati su un ritorno alle urne costoso e inutile.