“Fratelli d’Italia è al fianco del popolo ungherese e di Viktor Orban, che l’Unione Europea vorrebbe sanzionare perché ha il coraggio di dire no all’invasione e no all’islamizzazione dell’Europa”.

È quanto ha dichiarato il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, a margine dell’incontro che si è svolto questa mattina a Roma con l’ambasciatore ungherese, Adam Zoltan Kovacs. Il leader di Fratelli d’Italia ha voluto portare la solidarietà di FdI al premier Orban e al popolo ungherese nel giorno del voto favorevole del Parlamento Ue alle sanzioni all’Ungheria.

“Con il popolo ungherese. No all’invasione dell’Europa” è stato lo striscione esposto di fronte all’ambasciata dalla delegazione di parlamentari di Fratelli d’Italia presenti al flash mob: «Il popolo ungherese – ha aggiunto Giorgia Meloni – che sessant’anni fa si è sollevato contro l’oppressione sovietica per difendere la sua libertà e la sua sovranità ha ancora il coraggio di combattere contro il nuovo soviet dell’Unione Europea. E noi, oggi come ieri, siamo al loro fianco».

“Mentre in Europa si votava la follia di una condanna contro la politica del Premier ungherese Orban, con Giorgia Meloni e i colleghi di Fratelli d’Italia siamo stati ricevuti dall’ambasciatore ungherese e davanti alla stessa Ambasciata abbiamo dimostrato da quale parte stiamo”, ha affermato invece Salvatore Deidda, parlamentare di Fratelli d’Italia che era presente all’incontro con Giorgia Meloni.