Stadio, Bertoldi: “Necessario ultimare regole su lobbyng trasparente”

0
459

(9Colonne) Roma, 18 giu – “La vicenda dello Stadio di Roma riafferma la necessità che nel corso di questa legislatura venga ultimata la regolamentazione della lobbying in Italia, che questa attività possa avere una sua dignità ed essere riconoscibile, seria, affidabile e trasparente a tutti i livelli”. Così Alessandro Bertoldi ad di AB Group e rappresentante di Interessi presso la Camera dei deputati, attraverso un post sul suo profilo Facebook nel quale commenta la vicenda, scoppiata in questi ultimi giorni, inerente lo stadio di Roma. Un caso che, dopo mafia capitale, attraverso un giro di intercettazioni telefoniche ha riacceso il dibattito sulla criminalità organizzata nella capitale.

Per chi esercita questa attività con serietà e professionalità, continua poi Alessandro Bertoldi, “vi è la necessità di essere riconosciuti definitivamente nel Paese, come avvenuto nella scorsa legislatura alla Camera dei Deputati, nonché di non essere confusi con faccendieri di vario genere”. “Questi – ha aggiunto – vanno isolati”. Proseguendo: “la società italiana ha bisogno di chi rappresenta con serietà e trasparenza gli interessi economici di imprese e categorie come noi nell’ambito istituzionale”. I partiti per vivere, ha poi spiegato in chiusura Bertoldi, “non essendovi più finanziamento pubblico, necessitano un’efficiente legge su un finanziamento privato che sia libero e trasparente”.