VITALIZI: IL M5S SI COSTITUISCE IN GIUDIZIO CONTRO I RICORSI

0
24

Come da copione, ecco i ricorsi presentati dagli ex-consiglieri per cercare di azzerare la già insufficiente riforma imbastita dalla Giunta regionale. E al M5S non resta a sua volta che ricorrere ad opponendum al Tribunale amministrativo contro i ricorsi … Un atto che verrà formalizzato nei prossimi giorni, cui si aggiungerà la costituzione di parte civile ove si venisse al processo che vede imputati l’ex-presidente di Pensplan Tappeiner e l’ex-presidentessa del consiglio regionale Rosa Thaler.

Populismo? Demagogia? In anni di grandi difficoltà per fasce via via più ampie di popolazione, queste sono battaglie che si ha il dovere di combattere e sostenere. Impossibile dimenticare che nel corso del 2013 la Regione ha accreditato la spaventosa cifra di 90 milioni di euro sui conti correnti di consiglieri ed ex, che dovrebbero scendere a 45 applicando la riforma all’acqua di rose varata dalla Giunta regionale. Finora sono rientrati solo 19 milioni. E il resto?

Ora i vecchi mandatari giustificano i loro ricorso appellandosi allo stato di diritto ed alla certezza delle leggi. Bene, iniziamo allora ad applicare questi principi allo scandalo SEL, senza abusarne per difendere propri interessi economici dovuti del resto ad una legge non equa né ragionevole che gli stessi beneficiari si sono costruita e votata in aula.

Il M5S ha scoperchiato il pentolone con un’interrogazione, ha cercato di portare il proprio contributo per superare uno scandalo che ha portato i cittadini in piazza e lo ha fatto con un proprio disegno di legge (bocciato), con numerosi emendamenti (bocciati) al disegno di legge dell’Ufficio di Presidenza, con un ricorso al TAR pagato in parte con i propri soldi e in parte con quelli delle donazione dei cittadini (non ammesso), sostenendo il Comitato di cittadini nel ricorso straordinario al Capo dello Stato (ancora pendente). Adesso giochiamo anche queste carte e l’obbiettivo resta lo stesso del primo giorno: riportare allo status di normali cittadini i membri di questa casta di privilegiati, come del resto avevamo già scritto nero su bianco in tempi non sospetti nel nostro programma elettorale.

M5S AltoAdige
Paul Köllensperger

Comments

comments