WIKILEAKS. NEL 2008 IL PD RISCHIAVA DI PERDERE ALLE ELEZIONI PROVINCIALI IN TRENTINO

0
156

“Quella serie di sconfitte è destinata a continuare questo autunno, anche se in gare con limitata importanza nazionale. Il PD perderà voti in Trentino nel mese di ottobre”. Il centrosinistra autonomista rischiava, come descritto in un documento proveniente dall’ambasciata statunitense a Roma del 24 settembre 2008, di subire una sconfitta storica alle elezioni provinciali.

L’amministrazione USA in poche occasioni parla del territorio Trentino, ma il 2008 costituisce un’eccezione. Del resto è l’anno della vittoria di Berlusconi contro Walter Veltroni, un risultato storico e raccolto con preoccupazione dati gli importanti risultati elettorali ottenuti sopratutto dal Carroccio. Sebbene in Trentino vi fossero stati importanti consensi ai partiti regionali locali alle elezioni politiche, la situazione del Partito Democratico, negli ultimi anni loro alleato, non era rosea. La principale forza politica che poteva danneggiare irrimediabilmente il centrosinistra era la Lega Nord, che, come riportano i wikileaks, ha “ampliato il suo elettorato in modo significativo in Trentino alle elezioni nazionali di aprile”.

La leadership di Veltroni era a rischio, ma gli oppositori restavano a guardare. Pensavano che non c’era nulla da guadagnare attraverso un colpo di palazzo, a questo punto. “Al contrario, essi – si legge in un cablogramma – preferirebbero che Veltroni rimanesse al suo posto per prendere colpi da Destra e Sinistra e assorbire le sconfitte alle elezioni amministrative”. La situazione per il centrosinistra in provincia non era positiva e lo dimostra anche un documento del 23 ottobre 2008 che affermava la seria possibilità di una vittoria di Sergio Divina, candidato della coalizione di centrodestra, contro Lorenzo Dellai, esponente di riferimento del centrosinistra autonomista.

Una sconfitta però inaccettabile per un Partito Democratico che “doveva fare di meglio nelle ricche province del Nord come il Trentino per diventare competitivo a livello nazionale”. Il Popolo della Libertà, contrariamente al suo principale sfidante politico, dimostrava di controllare “le lotte interne sulla selezione dei candidati” e si mostrava forte; all’interno del Partito Democratico, invece, ci si preparava a “minimizzare l’importanza di queste elezioni come forma di tutela” per la potenziale sconfitta, un evento che poteva porre “in evidenza il disordine dell’opposizione, e ridurre ulteriormente la sua influenza”.

Le previsioni furono però disattese, il 9 novembre del 2008 il 20% dei trentini decise di dar fiducia al Partito Democratico, e quel risultato, sebbene Veltroni si dimise pochi mesi dopo, fu il primo passo per la parziale vittoria del centrosinistra alle elezioni politiche del 2013.

Michele Soliani

Fonti:

https://search.wikileaks.org/plusd/cables/08ROME1279_a.html
https://search.wikileaks.org/plusd/cables/08ROME1192_a.html
https://search.wikileaks.org/plusd/cables/08MILAN83_a.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.