COMUNALI BOLZANO. FRANCO FRATTINI DETTA LE SUE CONDIZIONI

0
37

Franco Frattini è intervenuto con una nota scritta parlando della sua candidatura a Bolzano, lanciata dalla deputata Michaela Biancofiore. Frattini ribadisce e definisce “irrinunciabili” le condizioni già annunciate: unità del centrodestra e posizione “blockfrei” della Svp. Entrambi gli obiettivi, in particolare il secondo, sembrano complicati.

Questa la prese di posizione di Frattini. “In merito agli annunci  apparsi sulla stampa ritengo doveroso  precisare che oltre due anni fa sono uscito dal Parlamento e dalla politica e mai più ho accettato, da allora, di inserirmi in disegni o logiche di parte, com’è doveroso per il mio status di magistrato.

L’On. Michaela Biancofiore ha correttamente riportato alcune nostre recenti conversazioni sul futuro della città di Bolzano che ovviamente presupporrebbero il totale superamento di logiche e schieramenti  divisivi in favore di una visione unanimemente condivisa di un progetto per la città ancorato all’Europa e al popolarismo europeo. Condizioni che sono irrinunciabili e che ovviamente comprendono l’impegno del partito di maggioranza della Provincia ad una normale posizione “block frei”.

Non voglio e non posso riflettere su alcuna altra opzione o prospettiva pur mantenendo nei confronti dell’Alto Adige e della città di Bolzano e per i bolzanini affetto, rispetto ed una profonda simpatia maturate anche negli anni della mia pregressa attività politica. Un tale impegno presupporrebbe, ripeto, una chiara e trasparente volontà politica comune sulle linee che ho accennato.

Al di là dei rumors e delle polemiche che certo hanno raffreddato la mia disponibilità , ritengo comunque grandemente meritevole per la terra altoatesina l’avere sollevato e risolto in poche settimane, ad iniziativa dell’ On. Michaela Biancofiore , il tema della incandidabilità di soggetti non residenti, e di avere concretamente cercato una visione unitaria dopo anni di contrasti. Tutti dovrebbero darne atto, alleati e avversari della stessa On. Biancofiore”.

Comments

comments