IL M5S ALTO ADIGE E IL TERZO BINARIO

0
46

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa del M5S Alto Adige in merito al terzo binario.

La notizia è uscita in sordina, ma per la mobilità del capoluogo è di quelle importanti. Nel suo incontro con Maurizio Gentile – ad di Rfi – il Landeshauptmann Kompatscher la scorsa settimana ha parlato anche di tunnel ferroviario sotto il Virgolo. Quindi di terzo binario. Quindi di un’infrastruttura scomparsa dai radar da anni e che il Movimento 5 Stelle richiedeva in quanto di fondamentale importanza già nel suo programma per le comunali di cinque anni fa.
Ricordiamo che disporre dello spazio per posare un terzo binario dalla stazione di Bolzano attraverso una nuova galleria sotto il Virgolo (di cui esiste già un pre-foro), via via fino ad Ora, consentirebbe di incrementare la frequenza dei treni in transito. E con la realizzazione di nuove fermate a Oltrisarco, San Giacomo e via via verso sud, disporre della ferrovia per un suo uso metropolitano. Più treni e servizi ai cittadini, meno auto (soprattutto di pendolari) e meno CO2 e smog. Semplice, no? E perché non farlo prima?
Nei suoi interventi sulla stampa e anche in Consiglio, l’assessore Mussner non aveva mai citato il terzo binario come opera prioritaria, preferendogli – in perfetto stile Svp, quindi con l’inveterata tendenza a “dimenticare” il capoluogo – progetti di mobilità ferroviaria decisamente meno urgenti come l’elettrificazione della linea della Venosta o la bretella della val di Riga. L’opera non compare neanche nel relativamente dettagliato accordo di legislatura Svp / Pd.
Erano anni che non si parlava di terzo binario, dicevamo. Poi questa improvvisa accelerazione. Ci piace pensare che abbia contribuito nel suo piccolo la mozione in cui chiediamo la ripartenza del progetto, depositata all’inizio di novembre dal M5S e che nei nostri programmi sarebbe arrivata al voto in aula in gennaio.
In conclusione non possiamo che salutare con soddisfazione questa scelta della giunta Kompatscher e vigileremo che il progetto non torni ad arenarsi come è successo in passato, rammaricandoci degli anni persi in attesa di una circonvallazione ferroviaria di Bolzano che è illusorio attendere. E finalmente l’ha capito anche la maggioranza: aspettare ancora è inutile, il Moloch-Bbt è sempre affamato e ogni risorsa finisce inevitabilmente a lui.

Comments

comments