LA PROTESTA CONTRO LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE A BOLZANO

0
24

Questa notte volontari della Foresta che Avanza hanno affisso davanti alla sede dell’Eurac uno striscione con la scritta: “sperimentazione animale, logica criminale”. Il gruppo legato a Casa Pound ricorda che 12 maiali sono stati infatti uccisi congelati o soffocati sotto la neve in seguito agli esperimenti avvenuti in Austria e finanziati dall’accademia europea di Bolzano col fine di studiare ciò che accade agli esseri umani sepolti dalla neve. “Oltre ad essere un atto deprolevole – dichiara il movimento ambientalista – è illegale: infatti sarebbe stato violato l’articolo 14 della legge provinciale numero 9 del 2000 che vieta l’acquisto e le detenzione di qualsiasi animale a fini di sperimentazione.

È inoltre condannabile anche a livello scientifico: è ormai assodato che la sperimentazione animale sia fallimentare. In questo caso specifico un maiale non ha lo stesso battito cardiaco, lo stesso spessore epidermico e lo stesso grasso sottocutaneo di un essere umano: di conseguenza reagirà in modo diverso alla valanga indotta artificialmente. Il Presidente dell’Eurac, Werner Struflesser, afferma di essere aperto alla possibilità di proseguire simili esperimenti anche nel 2014, nel caso in cui i risultati ottenuti fossero ritenuti insufficienti. Detto ciò e, dato che lo stesso tipo di esperimento è stato avviato e poi fermato già nel 2010, invitiamo la provincia che, finanziando l’Eurac ha indirettamente finanziato anche quest’ operazione, a verificare la validità e la regolarità degli esperimenti finanziati e ribadiamo ancora una volta la nostra totale condanna etica e scientifica della sperimentazione animale”

Comments

comments