Approvato l’OdG per lo sviluppo turistico della Valle di Ledro, Tremalzo compreso

0
61

“Com’è purtroppo noto la valle di Ledro sta subendo ed ha subito una serie di tagli e riorganizzazioni, partiti con gli accorpamenti scolastici, continuati con la chiusura della Mariani spa a Tiarno e, ad oggi, l’annuncio anche della chiusura del servizio di guardia medica. A fronte di ciò, l’avvenuta approvazione – in seno al Consiglio provinciale – di una proposta di ordine del giorno presentata dal Consigliere Civettini appare come un doveroso e gradito segnale di inversione tendenza, che pone finalmente al centro un progetto di sviluppo credibile, possibile e sostenibile, fondato sulla vocazione turistica, oggi inespressa o non certo coordinata in un chiaro progetto”. E’ quanto comunica in una nota il Consigliere provinciale a Trento di Civica Trentina Claudio Civettini.

“L’ordine del giorno approvato prevede infatti – com’è possibile constatare leggendone il testo – un’operazione di rilancio della Valle di Ledro con un processo di sviluppo locale che implichi attenzione ai temi della viabilità, oggetto di necessari interventi di adeguamento, nonché alla crescita settore turistico con il proficuo coinvolgimento dei soggetti operanti nel comparto, oggi in difficoltà, e dalla valorizzazione dell’unicità del lago e dei luoghi della valle, ivi compresa la splendida località di Tremalzo, oggidì, “cimitero” di volumi edilizi, fatiscenti come in poche altre zone”, prosegue Civettini. “Se a ciò si aggiunte che il provvedimento impegna la Provincia anche a “riprendere in mano” Tremalzo, nota negli ambienti sportivi di mezza Europa e poi non più valorizzata come avrebbe meritato, si può comprendere quanto opportuno, per non dire provvidenziale, sia il fatto che il Consiglio abbia deciso di impegnare la Giunta provinciale su questo versante nel quale si fa anche riferimento alla promozione di quello che parrebbe l’unico sistema sostenibile di collegamento, vale a dire un collegamento funiviario con Riva del Garda, dando corpo a quella città di lago diffusa tra l’alto Garda e la Valle di Ledro, con indiscusse ricadute sul piano della promozione del territorio e della viabilità”.

Il Consigliere di Civica Trentina conclude: “L’approvazione di questo provvedimento – che era tanto auspicabile quanto, al tempo stesso – poco scontata, segna dunque un passaggio politico importante, di riconoscimento da parte dell’Amministrazione della Valle di Ledro e di Tremalzo, appunto, come risorse da valorizzare. Rimane solo da comprendere quali siano i tempi di attuazione degli impegni contenuti nell’ordine del giorno approvato, ma ci si augura naturalmente brevi: perché, specie dopo gli ultimi e sofferti tagli, la Valle di Ledro non può più aspettare”.

Comments

comments