Incendi terroristici: intevengono Bezzi e Zanetti

0
45

Dopo i gravissimi attentati ai ripetitori, di chiara matrice anarchica, che fanno ripiombare il Trentino nella più cupa atmosfera terroristica degli anni di piombo, Forza Italia, che già aveva presentato regolare denuncia per ripristinare la sicurezza e l’ordine pubblico a Trento contro gli anarchici e per arginare l’ondata di furti e criminalità che hanno colpito non solo il capoluogo e che sono testimoniati ogni giorno dai media sulle prime pagine dei giornali, senza che l’amministrazione comunale muova un solo dito, anzi assistendo impotente quando non anche compiacente, come sottolinea giustamente il Questore parlando d'”impunità”, ha deciso d’intervenire immediatamente, a tutela della minaccia ai cittadini trentini, con una richiesta urgente da parte del Capogruppo in Consiglio Regionale Giacomo Bezzi e del Capogruppo in Consiglio Comunale Cristian Zanetti, ai vertici di Forza Italia a Roma affinché intervengano presso il Ministro dell’Interno On.Angelino Alfano per porre un freno all’escalation venutasi a creare a Trento in quella che era, sino all’avvento dell’amministrazione Andreatta, una delle città più sicure del Paese e in cima a tutte le classifiche anche in termini di sicurezza e ordine pubblico.

Data la situazione di emergenza venutasi a creare Forza Italia, con i Capigruppo Bezzi e Zanetti, hanno ritenuto di anticipare a Roma una nota informativa, che vada a informare preventivamente il Ministro Alfano della situazione ormai intollerabile di Trento, per poi inoltrargli successivamente la richiesta già preparata da far sottoscrivere con la partecipazione dai cittadini trentini con la raccolta firme già annunciata.

Quanto sopra per anticipare i termini d’intervento da Roma, dato il silenzio e l’immobilismo delle istituzioni politiche di centrosinistra trentine, il cui lassismo buonista ha contribuito non poco a creare la situazione d’emergenza odierna.

Comments

comments