A Val di Sole fusione tra scuole, Bezzi (FI): “Scelta dettata dall’alto senza ascoltare i cittadini!”

0
52
Nella foto Giacomo Bezzi

“Nelle fusioni tra scuole, anche se inevitabili, in alcuni casi non si è ascoltato i genitori soci, come nella circostanza della scuola materna equiparata di Ossana o di Commezzadura. I processi di fusione che riguardano i Comuni, le scuole o le case di riposo in Val di Sole, come in tutto il Trentino, non possono prescindere dal coinvolgimento della popolazione e calati dall’alto da mere logiche di potere o finanziarie. La storia della Valle, come quella del Trentino è composta di usi civici e partecipazione, che ci hanno resi famosi per l’autogoverno in tutta Italia rendendoci orgogliosi delle tradizioni che di fatto esse rappresentano e che devono essere difese come baluardo delle piccole comunità”. E’ quanto scrive in una nota il Consigliere provinciale a Trento di Forza Italia, Giacomo Bezzi.

“Finire questa storia in un processo burocratico di fusione è umiliante per la storicità della nostra Valle e delle piccole comunità, abbandonate da un governo provinciale che in nome della razionalizzazione sta di fatto svuotando la Valle di quei punti di riferimento sociale da sempre simbolo della comunità. Inoltre nel caso delle scuole equiparate come delle case di riposo, vedono impegno costante di persone volontarie del territorio che conoscono, perché lo vivono tutti i giorni e per questo maggiormente coinvolti, territorio e famiglie e perciò elemento di garanzia e di democrazia”, continua Bezzi, concludendo: “Da non dimenticare inoltre la questione dei valori etici che le scuole equiparate esprimono e in questo momento di profonda crisi degli stessi, rappresentano uno dei pilastri della crescita dei nostri bambini”.

Comments

comments