ANCHE CLAUDIO CIVETTINI ADERISCE UFFICIALMENTE A CIVICA TRENTINA

0
51

Ormai è ufficiale: Claudio Civettini chiude l’esperienza politica nella Lega Nord per approdare in Civica Trentina. Un duro colpo nei confronti della segreteria regionale del Carroccio che da ora verrà rappresentata solamente da Maurizio Fugatti; l’ennesimo successo targato “Borga” che, dopo quanto avvenuto nei giorni scorsi a Trento, porta a casa un nuovo prestigioso colpo.

Dopo un burrascoso congresso svoltosi lo scorso mese i rapporti tra i due consiglieri provinciali non sono migliorati. . Claudio Civettini ha così deciso che la misura era colma e – dopo giorni di riflessione – ha deciso di lasciare il Carroccio. Lo ha fatto andando direttamente nelle file della Civica di Borga e Cia.

Nonostante quanto sta avvenendo in queste ore, il nuovo Consiglier della Civica Trentina non ha lasciato da parte la sua attività di politico.  Nella giornata odierna ha denunciato  la scelta di trasferire a Borgo Sacco gli extracomunitari, clandestini e profughi, che sono ora ospiti dei trentini, presso il Centro di protezione civile di Marco.

“Una scelta – definita così da Civettini –  scellerata, che sposta il problema da un settore della città ad un altro, trasformando il cuore del borgo di Sacco, in dormitorio ,per la leggera volontà romana, di scaricare sui territori,quel fenomeno d’invasione, in preda a quel buonismo che ha generato quel “Mare nostrum” che ha importato migliaia e migliaia di persone, in modo incontrollato e senza nessuna logica.Una scelta che merita la sollevazione popolare, se è vero come è vero, che il trasloco in quel di Sacco, andrà ingenerare complicati problemi a tutto il territorio, non ultimo, la zona che, proprio di recente, ha visto nascere anche un bed& breakfast e, in contemporanea, nell’immediato,vedrà anche un’azienda di ristorazione di alto livello, che potrebbe divenire attrattiva, per tutta l’economia del rione e di Rovereto. Allora, dinanzi a cotanta tracotanza politica in tali scelte, e senza ricorrere alle classiche manifestazioni  poco efficaci, la chiara denuncia sugli effetti che ineluttabilmente si presenteranno nel quartiere.A tal fine, si inizierà un immediata raccolta di firme, per far ripensare a tale invasione e denunciare la presa in giro del Sindaco che, in un primo tempo, ebbe ad affermare che il campo di Marco doveva essere chiuso, ma non aveva certo annunciato che gli ospiti, sarebbero stati inviati nel cuore di Borgo Sacco.”

Il Consigliere di Civica Trentina ha rassicurato che “Su questo provvedimento, attiveremo tutti gli atti possibili, perché venga quanto meno rivista tale indicazione e, in contemporanea, si richiede che ai profughi, sia dato quanto spetta per diritto internazionale, anche dall’Europa, mentre chi è clandestino, venga rimandato nella Patria di origine, poiché, con la crisi imperante, non essendoci futuro nemmeno per i nostri figli, sarà difficile che si trovino risorse e futuro nemmeno per altri.”

 

Comments

comments