ANDREA MERLER E LA CRISI DI FORZA ITALIA

0
34

In quelle stesse ore in cui Silvio Berlusconi tornava in piazza per il “No Tax Day” a Milano, il “falchetto” berlusconiano Andrea Merler passava a Civica Trentina. Un accadimento che potrebbe sembrare banale, in molti passano da un partito ad un altro, ma quanto avvenuto oggi nel capoluogo provinciale esprime appieno la crisi di Forza Italia. Andrea Merler nella sua giovane esperienza politica ha sempre dimostrato di credere nella figura di Silvio Berlusconi e nelle idee liberali.

Forza Italia non è però più quella degli anni novanta o dello scorso decennio. Il suo leader ha in questi ultimi tempi dimostrato di non essere più una vera forza alternativa alle Sinistre. A Milano, precisamente in Piazza San Fedele, Berlusconi è stato accolto da un centinaio di persone; la piazza, come riportano varie testate giornalistiche, era metà vuota.  L’ex Cavaliere ha sostenuto, parlando delle ultime giornate elettorali, che i sondaggi “dicono che gli italiani che non ci hanno votato non l’hanno fatto per votare altri ma perché in campo non c’era Silvio Berlusconi”.

Parla di sé in terza persona e lancia una nuova sfida al governo. Forza Italia “non può non votare” le riforme istituzionali che propone da 20 anni.  Eppure Forza Italia crolla nei sondaggi, non appassiona la gente e sopratutto perde continuamente esponenti di primo e secondo piano. Un piccolo e locale esempio è proprio quello di Andrea Merler che oggi ha lasciato a livello locale il Partito fondato da Berlusconi.

Comments

comments