ARCIGAY, IL CENTROSINISTRA AUTONOMISTA E LE CRITICHE DI RODOLFO BORGA

0
52

“Fino a lunedì scorso la maggioranza di centrosinistra autonomista ha costretto il Consiglio provinciale a sei giornate di lavoro consecutive (sabato e domenica compresi) per procedere nell’approvazione del disegno di legge di arcigay e arcilesbica. Tutti i consiglieri di maggioranza precettati in aula per mantenere il numero legale.” Sono queste le dure parole pronunciate da Rodolfo Borga in merito al ddl Omofobia.

Il Consigliere di Civica Trentina lancia pesanti accuse; questi afferma: “Perfino per andare in bagno i consiglieri di Patt e Upt chiedevano il permesso al collega Mattia Civico, evidentemente investito del ruolo di coordinatore dai rappresentanti di arcigay, che puntualmente seguono i lavori del Consiglio dagli spalti, dando le dovute indicazioni alla maggioranza grazie anche al prezioso supporto di un funzionario che la Giunta ha messo gratuitamente a loro disposizione (tanto paga il contribuente trentino). Ieri, invece, quando il Consiglio regionale era chiamato a deliberare la fusione dei Comuni di Pieve di Bono-Prezzo e Dimaro-Folgarida, la maggioranza del centrosinistra trentino ha pensato bene di disertare l’aula e soltanto la presenza dei consiglieri sudtirolesi e della minoranza trentina ha garantito il numero legale. Se noi non fossimo rimasti in aula, i due disegni di legge non sarebbero stati approvati; con buona pace di percorsi di fusione, referendum e dei concreti interessi di quelle popolazioni. Ecco, dunque, la riprova delle priorità del centrosinistra trentino. Per il disegno di legge di arcigay, che vuole introdurre nelle nostre scuole (a partire dalle materne) l’ideologia gender, grande impegno, presenza continua, lavori anche il sabato e la domenica.”

Rodolfo Borga conclude affermando: “Per i nostri Comuni invece, non si trova il tempo neppure di stare in aula. Con il risultato che soltanto il senso di responsabilità delle minoranze ha permesso l’approvazione dei due disegni di legge. E bravo il centrosinistra autonomista: avanti così, che sono proprio queste le priorità della nostra gente!”

Comments

comments