CIVICA TRENTINA. #UGOSTAISERENO: FIRMATO MATTEO RENZI

0
13

Riceviamo e con piacere pubblichiamo il comunicato stampa della Civica Trentina, in merito alle ultime vicende romane.

Ennesime dichiarazioni trionfalistiche di Ugo Rossi, sceso a Roma per incontrare il Presidente del Consiglio incaricato Renzi. Foto di gruppo della sorridente combriccola, di cui però fanno parte soltanto rappresentanti del Patt e della SVP. Eppure, stando a quanto riportato, si è parlato anche, e soprattutto, della nostra (non del Patt) autonomia. Solo parlamentare presente il sen.Panizza, perché gli altri (dx. sx o centro) non sono stati invitati. E nessun rappresentante provinciale che non fosse targato Patt presente all’incontro. Urge comunicare a Renzi che il Patt non è il solo partito del Trentino, che da noi esistono altre forze politiche e che il Patt rappresenta più o meno il 17,5% del 62% degli aventi diritto al voto ovvero 41.000 elettori su 416.000. Ed al Patt, invece, ricordiamo che le istituzioni non sono una caneva dove trovarsi con gli amici per decidere questioni d’interesse pubblico. Quanto alle rasserenanti dichiarazioni rilasciate alla stampa dal Presidente Rossi, ci permettiamo di rilevare come queste cose le abbiamo già sentite. E quando alle dichiarazioni d’intenti sono seguiti i fatti abbiamo visto com’è andata. Proprio ieri il Consiglio provinciale ha approvato l’impugnazione avanti la corte Costituzionale di 29 (ventinove!) norme della legge di stabilità presentata da quel Governo di cui Graziano Delrio (braccio destro di Renzi) era Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie locali (non male come viatico). Infine, invitiamo Rossi alla massima cautela: l’ultima volta che Renzi ha invitato alla serenità qualcuno, questo qualcuno si è ritrovato dalla mattina alla sera confinato sulle panchine dei giardinetti della politica. Non vorremmo che la nostra autonomia subisse analoga sorte.

Civica Trentina

Comments

comments