Claudio Cia su costi e gestione del servizio di elisoccorso provinciale

0
26

Il Consigliere provinciale Claudio Cia ha presentato un’interrogazione e una proposta di mozione riguardante il servizio di elisoccorso provinciale.

Premettendo una totale fiducia nei valori e nelle finalità dell’organizzazione del Servizio di Elisoccorso della Provincia di Trento, per il consigliere «restano da chiarire ponderosi interrogativi in merito all’entità dei costi di detto servizio ed ai criteri di gestione d’esso, anzitutto nel raffronto con la vicina Provincia Autonoma di Bolzano».

Dai dati allegati dal consigliere Cia risulta che la Provincia di Bolzano nel corso del 2013 ha speso 2,2 milioni di euro per espletare un totale di circa 2.500 interventi (assicurando l’operatività di 3 basi), mentre la Provincia di Trento, nello stesso anno e per un analogo numero di interventi, con operatività centralizzata all’aeroporto di Mattarello, ha superato la soglia degli 11 milioni di euro. «Il rapporto 1 a 4 (2,2 mln di € contro 11) evidenzia un disequilibrio al quale è opportuno porre rimedio nell’interesse pubblico». Quindi con un’interrogazione al Presidente dellaProvincia il consigliere chiede diversi dati
per fare chiarezza sui costi del servizio.

Con una proposta di mozione Cia interviene anche sulla prassi consolidata di svolgere missioni per il trasporto di materiali e persone.

Questo avviene – ricorda il consigliere – dispiegando uomini e mezzi finanziati in toto con risorse pubbliche a condizioni di fatto più favorevoli per il Nucleo Elicotteri della PAT e determinando oggettivamente la contrazione di quote di lavoro/mercato a danno dei privati che dovrebbero svolgere quel servizio.

Si prospetta quindi – continua Claudio Cia – un caso di sovrapposizione di competenze e funzioni, bvisto che non paiono giustificabili, fra i compiti tecnico-istituzionali riconducibili alle finalità funzionali di Protezione Civile, il rifornimento di rifugi alpini, trasporto di materiali da costruzione per ristrutturazioni di malghe in quota, trasporto anche a pagamento di persone in occasione di manifestazioni od occasioni particolari in quota.

Ecco quindi l’impegno per la Giunta di ​i​ntrodurre le opportune modifiche ed aggiornamenti funzionali al Regolamento d’esercizio del Nucleo Elicotteri della Protezione Civile della PAT al fine di rimuovere queste “anomalie operative”, il tutto ricondotto e improntato con puntualità esclusivamente alle funzioni e missioni istituzionali per le quali il Nucleo Elicotteri è stato creato.

Comments

comments