COMUNALI. IL M5S TRENTO CONTRO FORZA ITALIA, PD E PATT

0
26

“Negli scorsi giorni la stampa ha riportato le spese preventivate dai partiti e dai candidati sindaco per la campagna elettorale di Trento.  Mentre PD, Forza Italia e in ambito locale, il PATT pianificano ingenti esborsi, il M5S si distingue per le basse cifre stanziate.”
Il candidato sindaco del MoVimento a Trento, Paolo Negroni spiega così la cosa: “Francamente stupisce lo stupore. Il M5S non è un partito e non intende diventarlo.
La nostra campagna elettorale è fatta soprattutto da persone e da valori.
Noi non vogliamo pagare la gente perché ci segua, piuttosto vogliamo persone unite che camminano assieme a testa alta, forti di idee condivise, e per fortuna ne abbiamo molte che dedicano tempo ed energia ad affermare l’idea di una Trento più libera e più equa, dove i cittadini possano far sentire la propria voce senza paura di pestare i piedi a questo o a quel potente.  Avendo loro non ci serve spendere tanto”.
Continua Negroni:”I partiti investono buona parte del denaro pubblico che ricevono sotto forma di stipendi dei loro eletti per alimentare la macchina elettorale in un meccanismo infernale dove il partito serve per occupare poltrone e ottenere stipendi. Noi del M5S invece quei soldi preferiamo restituirli o destinarli a cose utili come il fondo microimprese.  Anche e soprattutto in queste scelte si vede la differenza fra il MoVimento e partiti come PD e Forza Italia: loro prendono, noi restituiamo; loro rappresentano un costo per la collettività, noi una risorsa”.

Comments

comments