DALLE FUSIONI DEI COMUNI NON SI POTRA’ TORNARE INDIETRO: SI PROCEDA CAUTAMENTE

0
17

“Il delicato argomento delle fusioni dei Comuni non ha visto soltanto una discussione nelle Aule del Consiglio regionale e provinciale, ma è stato oggetto anche di diversi incontri e polemiche in Valle di Non. Nonostante sia indispensabile rivedere l’apparato esistente, vista la moltitudine di Enti locali, non scordiamoci che talune decisioni non possono essere imposte ai cittadini né tanto meno calate dall’alto ma vanno trattate all’interno dei Consigli comunali e in particolar modo bisogno avere in primo luogo il consenso della popolazione.” Così afferma la Sezione della Valle di Non della Lega Nord.
“Se da un lato – continua il comunicato – quindi tale percorso potrebbe condurre ad aspetti positivi, dall’altro lato si ha il timore che decisioni avventate, dalle quali per altro non si potrà tornare indietro, potrebbero produrre effetti negativi sia sulla gestione dei servizi sia a livello di costi degli stessi. Chi ha già passato questa trasformazione, come ad esempio la Valle di Ledro, non pare essere poi così entusiasta dei risultati.
Si tenga poi in considerazione che sarebbe opportuno fondere assieme Comuni con caratteristiche similari, partendo innanzitutto da un numero di abitanti assai paritetico per non trovare una zona sottorappresentata.
Per queste motivazioni riteniamo opportuno procedere cautamente su tale argomentazione poiché, in caso di passo falso, sarà troppo tardi per poter tornare alla struttura di partenza.”

Comments

comments