DDL ANTIOMOFOBIA. SI CERCA UNA MEDIAZIONE

0
19

Dopo la sospensione di un’ora seguita alla mancanza del numero legale la seduta è ripresa. Tre gli emendamenti bocciati di Borga al primo articolo della legge contro l’omofobia.

Ma il clima in Aula s’è fatto teso perché si è diffusa la voce di un possibile soluzione tecnica per togliere dal tavolo una serie di emendamenti dell’opposizione. Claudio Civettini (Lega) ha affermato in Aula che se la maggioranza tentasse questa strada la minoranza bloccherebbe il Consiglio. Nerio Giovanazzi (AT) leggendo un articolo del Corriere che riporta le dichiarazioni della compagna di Berlusconi, Francesca Pascale, a favore dei diritti degli omosessuali, ha detto che da parte di leader nazionali sembra ci siano state pressioni anche su consiglieri di minoranza perché diano il loro appoggio alla maggioranza per cancellare gli emendamenti, ed ha invitato il Presidente Dorigatti a non tentare forzature.

Mattia Civico (PD) ha risposto che il dialogo deve svolgersi qui e non attraverso telefonate più o meno autorevoli da Roma. Il consigliere del Pd ha chiesto la sospensione del Consiglio per tentare ancora di aprire un dialogo rinviando i lavori a domani. Borga e Giovanazzi hanno chiesto di riprendere i lavori domani pomeriggio. Civico ha condiviso la proposta di riprendere domani alle 14.30.

Al termine della seduta, il presidente della Giunta Ugo Rossi ha affermato di avere elaborato una proposta dettagliata che sottoporrà alle minoranze.

Comments

comments