DIEGO MOSNA RIMANE CONSIGLIERE PROVINCIALE

1
34

La Giunta delle elezioni – presieduta da Giuseppe Detomas – ha concluso oggi l’accurata istruttoria mirata a verificare eventuali posizioni di ineleggibilità o incompatibilità tra gli eletti in Consiglio provinciale dell’ottobre 2013. La Giunta, in cui sono rappresentati tutti i gruppi consiliari, dopo ben 4 riunioni dedicate a questo lavoro, ha approvato la relazione finale, stabilendo che tutti i consiglieri in carica sono titolati a restarvici. Questo il “verdetto” che nella prossima tornata consiliare di ottobre verrà votato dall’assemblea legislativa, con la delibera di convalida dei risultati elettorali.

Al risultato di oggi si è pervenuti dopo un esame approfondito, che ha riguardato diversi consiglieri ma in particolare le posizioni di Diego Mosna (Gruppo misto) e di Pietro De Godenz (Upt), invitati prima a fornire documentazione e poi per un colloquio diretto con la Giunta.

Il vicepresidente del Consiglio Mosna – per rimuovere cariche ritenute non coerenti con le previsioni di incompatibilità di cui all’articolo 17 della legge elettorale provinciale (l.p. 2/2003) – ha provveduto a dimettersi da due consigli d’amministrazione: quello della Dalmec spa e quello de La Finanziaria Trentina spa.

Analogamente, il consigliere fiemmese De Godenz ha lasciato la presidenza e il ruolo di amministratore delegato della Nordic ski wm. Benché non sia stato ritenuto necessario, lo stesso consigliere ha lasciato anche il cda di Itap spa per una questione di opportunità, posto che la società di capitali in questione è concessionaria di impianti a fune.

La legge 2 del 2003 stabilisce in sostanza che il consigliere provinciale non può amministrare società partecipate dalla Provincia o società che dalla Provincia ricevono finanziamenti.

Comments

comments