FORZA ITALIA GIOVANI LANCIA LA SUA IDEA DI MOVIDA CITTADINA

0
21

Si è svolta ieri mattina, presso la sede del gruppo consigliare di Forza Italia, la conferenza stampa di presentazione del progetto dei giovani di Forza Italia che porterà nei prossimi giorni in Consiglio Comunale di Trento un ordine del giorno riguardante una raccolta firme sulla movida cittadina.

Lo scopo di quest’ultima, nata all’interno di un gruppo di lavoro e discussione da un’idea del Coordinatore Provinciale Giovani Luca Bazzanella, è quello di dare voce ai numerosi trentini insoddisfatti e delusi delle inesistenti possibilità di divertimento serale offerte dal centro città.

“Non verrà sicuramente richiesto alla pubblica amministrazione un contributo o incentivo economico per sostenere il problema– afferma Luca Bazzanella – Data la difficoltà di trovare fondi per problemi ben più importanti, ma di venire almeno incontro a chi ha voglia di fare e di organizzare, evitando politiche di totale ostruzionismo che si sono viste negli ultimi tempi.”

In questo modo sarà possibile trattenere nella nostra città un maggior numero di ragazzi, quali anche gli studenti che vengono da fuori sede (circa 15000 gli universitari), che non avendo possibilità di svago, rientrano regolarmente ogni week-end nelle rispettive città di provenienza, privando dunque di una cifra non irrisoria le casse dei commercianti e piccoli imprenditori locali, nonché le casse provinciali e comunali vista l’ingente perdita di introito di imposte e tasse sul mancato gettito.

Sono intervenuti a sostegno di questa problematica l’Onorevole Giacomo Bezzi, Capogruppo in consiglio provinciale di Forza Italia, il Coordinatore dei Club Forza Silvio, unico candidato trentino alle elezioni europee Walter Ferrazza ed i consiglieri comunali Gabriella Maffioletti ed Andrea Merler, sostenendo la necessità di una soluzione pratica prendendo magari spunto da casi analoghi che si presentano in Europa e nel mondo.

Le richieste principali saranno:

Stilare un elenco di immobili sfitti/inutilizzati di proprietà del comune che, con le dovute modifiche possano adattarsi ad accogliere eventi rispettando allo stesso tempo le necessità di quiete e tranquillità dei residenti.

Mettere a disposizione una location (anche all’aperto) dove possano essere organizzati eventi nel periodo estivo senza la necessità di doversi spostare all’esterno del centro o in periferia (vedi Albere ed Area Piano)

Creare un tavolo di confronto con la provincia ed i rappresentanti degli studenti per individuare altre location di proprietà della PAT da poter mettere a disposizione per eventi musicali e ludico culturali (Belvedere di Sardagna etc)

Operare un’estensione degli orari di chiusura dei bar e locali in centro città con l’istituzione dell’autobus notturno che possa continuare alcune corse almeno fino alle ore 3:00

Comments

comments