Fugatti (LN): “Rossi non chiarisce, il Trentino è sottomesso alla volontà di Flor!”

0
25

“Durante la conferenza dei Presidenti dei Gruppi avvenuta questo pomeriggio, le risposte di Rossi sulle dimissioni di Flor non sono state per nulla convincenti. Il Presidente non ha chiarito quali erano i reali accordi tra lui e Flor e le motivazioni che hanno portato al non mantenimento degli stessi da parte dell’ex Direttore generale”. E’ quanto scrive in una nota il Segretario Nazionale della Lega Nord Trentino, Maurizio Fugatti.

“Non è stato nemmeno chiaro su come verrà scelto il prossimo Direttore e dei tempi necessari per tale decisione. Si applicherà quindi la legge provinciale che dà una totale discrezione di scelta alla Giunta o si farà un vero e proprio bando con una commissione tecnica ad hoc che valuti i curricula? Nessuna garanzia sul percorso che verrà applicato è stata data dal Presidente”, continua Fugatti. “Rossi ha invece dichiarato che per far rimanere Flor era disposto ad esporsi in prima persona con i Presidenti di Regione che volevano assumerlo. In pratica il Trentino ha sottoscritto un contratto con un Direttore che un giorno sì e l’altro pure era sul punto di andarsene e Rossi sarebbe andato dai vari Zaia, Serracchiani o altri a “pregarli” di lasciarlo in Trentino. Il livello di sottomissione politica di Rossi al Direttore generale era arrivato al punto di umiliare le Istituzioni trentine che col cappello in mano andavano a piangere dalle altre Regioni di non assumere Flor”.

“Un punto proprio basso di credibilità e dignità che non era proprio il caso di toccare! Ora Rossi, su richiesta delle minoranze, dovrà continuare in Aula le comunicazioni per fare forse definitivamente chiarezza”, conclude il Segretario leghista.

Comments

comments