FUGATTI. UTENTI DEL MUOVERSI DISCRIMINATI DAL PERCEPIMENTO DELL’ASSEGNO DI CURA

0
18

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa di Maurizio Fugatti, segretario provinciale della Lega Nord.

Il servizio di trasporto provinciale “MuoverSi” è stato oggetto di alcuni atti ispettivi, nel corso della XIV e XV Legislatura da parte del Gruppo consiliare della Lega Nord Trentino, in seguito ad alcune segnalazioni giunte dalle persone diversamente abili che ne fanno utilizzo. Le problematicità sollevate in relazione al suddetto tema riguardano prevalentemente le tempistiche di accettazione della richiesta per la mobilità fuori Provincia, i costi sostenuti dagli utenti per il rilascio dell’autorizzazione, la razionalizzazione dei costi del servizio di trasporto e l’eliminazione del servizio MuoverSi al di fuori del territorio provinciale, salvo bisogni del tutto straordinari ed eccezionali legati alle esigenze sanitarie del disabile. Si ricorda, in tal senso, che la partecipazione dell’utente alla spesa sostenuta per il proprio trasporto varia a seconda dei chilometri che il disabile ha bisogno di percorrere, partendo da una tariffa di euro 80 per coloro che si collocano sulla soglia minima dei 200 buoni chilometrici, arrivando fino all’applicazione della tariffa massima per coloro a cui viene versato l’assegno di cura il cui importo varia dai 664,16 euro ai 1.064,16.

Proprio in relazione a quest’ultimo punto la Lega Nord ha ricevuto diverse segnalazioni da parte di alcune categorie sociali che hanno sottolineato come il percepimento dell’assegno di cura incida notevolmente sul costo del servizio. Un esempio: il percepimento di un assegno di cura mensile pari a euro 80,00 farebbe innalzare di molto l’indice ICEF, tanto che per 3.000 chilometri si è tenuti a versare 3.500 euro.  Quindi, la difficile condizione fisica che alcune categorie sociali vivono e che dovrebbe essere tutelata sotto ogni aspetto, diverrebbe in tal senso un ostacolo vero e proprio, comportando all’utente dei costi esorbitanti per l’utilizzo di MuoverSi.

Una situazione vergognosa alla quale la Lega Nord ha già provveduto, non soltanto presentando in merito un’interrogazione, ma inserendo anche nella proposta di mozione n.11/XV presentata dal Consigliere Mattia Civico un emendamento (approvato dall’Aula) con il quale si impegna la Giunta a rivedere i criteri di calcolo dell’Icef per la determinazione della compartecipazione degli utenti per l’utilizzo di tale servizio, considerando l’impatto che può assumere l’importo percepito come assegno di cura nel reddito dell’utente”. Un passo ulteriore per garantire dei diritti fondamentali ai disabili e a coloro che sono costretti a convivere con gravi patologie.

 

 

Il Segretario della

Lega Nord Trentino

Maurizio Fugatti

Comments

comments