LE OPPOSIZIONI REPLICANO A QUANTO AFFERMATO DA PANIZZA

0
35

Franco Panizza ha inviato un’interrogazione al Ministero dell’Interno avanzando “il sospetto che i tagli operati alla sicurezza del Paese siano stati tali da compromettere l’efficienza e l’efficacia del nostro sistema di ordine pubblico. Infatti, la Stazione dei Carabinieri di San Michele è aperta solo al mattino e le volanti pare siano in numero insufficiente” visto che, si legge nel testo, “i dipendenti hanno immediatamente attivato l’allarme, ma i malviventi hanno avuto il tempo per farsi aprire la cassaforte, sfondare le vetrine dei gioielli e dileguarsi prima che arrivassero le Forze dell’Ordine”.

Le opposizioni hanno voluto replicare in merito all’interrogazione presentata dal Senatore Franco Panizza.

Maurizio Fugatti in merito alle dichiarazioni di Panizza ha affermato: “Condividiamo le  preoccupazioni del Senatore Franco Panizza che chiede al Ministro lumi sulla situazione dell’ordine pubblico in Trentino. Siamo al fianco del Senatore Franco Panizza quando chiede maggiori risorse e personale per l’ordine pubblico in Trentino. Ma poi ci chiediamo: ma su quale pianeta ha vissuto il Senatore Franco Panizza negli ultimi mesi? E’ stato in Trentino negli ultimi mesi o dove  e’ stato? Chiediamo questo perché il Senatore Franco Panizza forse non sa cosa ha fatto negli ultimi mesi il governo da lui appoggiato in tema di tagli alle forze di sicurezza e ai fondi per la sicurezza.

Lo sa il Senatore Franco Panizza che con i tagli presenti nella legge di stabilita da lui votata le forze dell’ordine non potranno più usufruire dei traduttori delle intercettazioni telefoniche utili proprio per combattere la microcriminalità?

Lo sa il Senatore Franco Panizza che con lo svuotacarceri, che anche il Patt voterà la prossima settimana in Parlamento, il carcere di Spini si svuoterà causando la crescita della presenza di ex galeotti nelle strade del Trentino? Oppure il Senatore Franco Panizza pensa che i trentini queste cose non le sappiano? – conclude Maurizio Fugatti ribadendo che – Prima di interrogare il Ministro crediamo quindi che il Senatore Franco Panizza debba interrogare innanzitutto la propria coscienza sui provvedimenti del Governo Letta da lui votati che hanno causato la crescita della  microcriminalità.”

 Duro anche il commento di Raimondo Frau,delegato alla costituente provinciale di Fratelli d’Italia, che ricorda: “Il senatore panizza conosce bene quanto sta accadendo ma poiché il gruppo trentino non ha alcun peso a Roma a partite da Dellai, a Panizza Ottobre e Fravezzi – conclude poi ricordando che – Sono tutti costretti a far orecchie da mercante e a cercare di barcamenarsi confidando sul fatto che i trentini non sappiano che essi a Roma reggono le calanti braghe del governo in carica.”

Comments

comments