LEGA NORD: “CHIEDO ASILO ANCH’IO. PRIMA IL CITTADINO NON IL CLANDESTINO”

0
67

Questa mattina, presso il gazebo in Via Oss Mazzurana, angolo Via Oriola, a Trento, la Lega Nord Trentino ha presentato l’iniziativa del Carroccio intitolata “Chiedo asilo anch’io. Prima il cittadino non il clandestino”.

“La raccolta firme, che avverrà sabato 11 aprile e domenica 12 aprile 2015 sul territorio nazionale, vuole lanciare un segnale forte al Governo Renzi e al Ministro Alfano, fautori dell’operazione Mare Nostrum, costata finora più di un miliardo di euro. Il cittadino potrà firmare un modulo con cui dichiarerà di voler rinunciare alla cittadinanza italiana, vista la discriminazione che il Governo Renzi sta facendo nei confronti dei cittadini italiani, in modo tale da richiedere l’asilo politico e quindi lo status di rifugiato. Questo perché quanto sta accadendo è una vergogna nei confronti dei cittadini italiani disoccupati e senza casa che non ricevono alcun aiuto mentre i clandestini vengono ospitati in hotel spendendo per ognuno di loro oltre 1000 euro al mese”. E’ quanto afferma la Lega Nord Trentino.

“L’operazione Mare Nostrum è un fallimento totale – prosegue la Lega Nord Trentino – e i numeri parlano chiaro: nel 2014 sono sbarcati oltre 170.000 immigrati e soltanto un profugo su dieci ottiene lo status di rifugiato politico. Inoltre non corrisponde al vero che tra i richiedenti asilo ci sono per lo più donne e bambini dato che il 92% di coloro che sbarcano è composto da persone di sesso maschile di cui il 94% maggiorenni. Un business che va ad alimentare soltanto le casse di alcune cooperative e degli scafisti, portando però criminalità e degrado”.

“Per la Sinistra l’immigrazione è un diritto. Noi riteniamo – conclude la Lega Nord Trentino – che i nostri cittadini abbiano più diritti rispetto a chi sbarca domani mattina”.

Comments

comments