MAURIZIO FUGATTI COMMENTA I FATTI AVVENUTI IN FRANCIA

0
19

“I fatti accaduti in Francia devono fare riflettere sul vero obiettivo di quegli islamici che sono arrivati nella nostra società come ospiti e che oggi vorrebbero invece imporre le loro regole basate sul fondamentalismo religioso. Ci chiediamo di fronte a questi fatti dove sia il cosiddetto islam moderato, dove siano coloro che dovrebbero rappresentare la coscienza sana degli islamici presenti in Occidente, in Italia e anche in Trentino. Sicuramente qualcuno interverrà e condannerà quanto accaduto, ma il rischio reale è che dietro le condanne di facciata avvenga quanto già visto il purtroppo famoso 11 settembre, quando gli islamici (anche quelli trentini) dopo aver ufficialmente condannato l’attentato alle Torri Gemelle hanno invece, più o meno sottobanco, festeggiato. Oggi qualche islamico, magari anche l’imam trentino, forse condannerà i fatti accaduti, ma poi nella loro coscienza questi fatti probabilmente li sosterrà.” Sono queste le dure parole pronunciate da Maurizio Fugatti in merito all’assalto alla sede del Charlie Hebdo in Francia.
“E quindi – continua Fugatti – cosa dobbiamo pensare noi trentini che abbiamo lasciato proliferare apertamente le moschee, i centri culturali islamici e le zone di preghiera e alle famiglie islamiche (sempre molto numerose) magari concediamo lauti sussidi pubblici con le tasse pagate dai nostri cittadini? Forse è il caso di andare a vedere cosa predicano dentro quelle moschee e forse è anche il caso di non permettere più la nascita di questi luoghi e di chiudere quelli già esistenti.
La sinistra, compreso il Patt, da sempre chiede più moschee e più diritti per gli islamici. Cosa potremo fare in futuro se la situazione anche in Trentino sarà quella che c’è in Francia? Succederà anche in Italia e in Trentino un’azione come quella vista in Francia? Nel caso in cui accadesse, e ovviamente speriamo di no, dovremo ovviamente dire grazie ai cuori aperti dei politici e dei benpensanti, spesso di centrosinistra, che anche in Trentino hanno lasciato proliferare la cultura islamica. Anche se, purtroppo, crediamo che in quel momento sarà forse troppo tardi!”

 

Comments

comments