NOT, Cia: “A gamba tesa nei confronti di Comune e Consiglio provinciale”

0
47

“Gli interventi dell’Assessore provinciale alla Salute Luca Zeni e del Dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture e mobilità ing. Raffaele De Col alla riunione del Collegio del governo medico dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari costituiscono una sorprendente entrata a gamba tesa nei confronti anzitutto del Comune di Trento, ma anche del Consiglio provinciale. La Giunta provinciale ha tutto il diritto di presentare dati e considerazioni a sostegno dell’eventualità di trasferire la realizzazione del Not da via Mas al Desert a Mattarello, ma lo deve fare in contesti istituzionali e non attraverso blitz improvvisi ad incontri degli operatori che non hanno tale argomento all’ordine del giorno. Assolutamente discutibile la condotta dell’Assessore Zeni, che si presenta all’incontro e poi, con l’atteggiamento di chi getta il sasso e poi nasconde la mano, si dilegua lasciando campo libero al Dirigente generale De Col, che finisce per appropriarsi di un ruolo non suo. Questa fase del governo della nostra Autonomia si caratterizza, fra la altre cose, per una carenza di correttezza istituzionale, per la quale argomenti che dovrebbero essere oggetto di presentazione, di approfondimento e di confronto all’interno degli organi democraticamente rappresentativi della comunità civile vengono invece preventivamente trattati sui media o in altre sedi non istituzionali, con ciò avvelenando inevitabilmente la discussione e alimentando contrapposizioni, laddove si dovrebbero invece costruire processi di reciproco ascolto e di costruttiva mediazione in sede istituzionale. Abbiamo criticato l’Assessora Donata Borgonovo Re per avere più volte presentato le proprie intenzioni alla stampa prima che alla Giunta e al Consiglio provinciale. L’Assessore Zeni pare provenire dalla stessa scuola, prima con la proposta di un’unica azienda per gestire tutte le RSA lanciata a mezzo stampa, ora con l’intervento inatteso, e assolutamente inusuale, alla riunione dei medici tenuta lo scorso 4 novembre”.

E’ quanto dichiara in una nota il Consigliere provinciale a Trento Claudio Cia.

Comments

comments