IN VALSUGANA E TESINO VINCE ( A SORPRESA) CIVATI

0
20

Né il sindaco di Firenze Matteo Renzi né Gianni Cuperlo fanno breccia in Valsugana e Tesino. Vince la competizione congressuale, a sorpresa, il rosso-verde di Pippo Civati. È questo il risultato del voto degli iscritti al PD della Valsugana orientale e del Tesino, riuniti l’altra sera a Borgo dal segretario Giacomo Pasquazzo per la prima votazione congressuale. La mozione del candidato lombardo, presentata dall’assessore di Strigno Attilio Pedenzini, ha raccolto undici adesioni. Staccate le tesi di Renzi, illustrate da Marco Galvan (quattro preferenze) e di Cuperlo, fermo a due voti, appoggiato dall’ex onorevole Laura Froner. “Un risultato significativo”, commenta Pedenzini, “che va nel segno di un rinnovamento radicale ma nello stesso tempo punta a riscoprire identità e valori fondanti della sinistra e del PD.

Non è un caso che Civati sia il candidato più deciso a recuperare una dimensione collettiva all’interno di un partito che non può essere ridotto a una somma di comitati elettorali, senza dimenticare una forte connotazione autonomista della sua proposta in favore dei territori”. Anche il segretario Pasquazzo è soddisfatto: “In primo luogo per la partecipazione: votavano solo gli iscritti ma il dibattito ha visto la presenza di molti cittadini interessati, che potranno dire la loro alle primarie aperte dell’8 dicembre per le quali stiamo allestendo i seggi di Borgo e di Strigno. L’esito del voto non mi sorprende: il Trentino si avvia a essere la provincia più ‘civatizzata’ d’Italia. Si tratta di un segnale importante, che indica la voglia di cambiare passo a livello nazionale e raccoglie, a livello locale, l’istanza di un partito che stringe le maglie fra territorio, militanti e rappresentanti nelle istituzioni: una necessità che si sta facendo largo anche nelle analisi post elezioni provinciali”. In chiusura di serata l’assemblea ha delegato Gerri Stefani a rappresentare la mozione vincitrice alla convenzione provinciale di lunedì prossimo.

Comments

comments