Ghezzi pronto a candidarsi Presidente. Sfuma ipotesi Ianeselli

Paolo Ghezzi ormai pronto a scendere in campo, sfuma al contempo la candidatura a Presidente di Franco Ianeselli. Il giornalista Ghezzi ha in queste ore inoltrato un invito per il prossimo 29 agosto al MUSE, un’occasione per farsi conoscere ai suoi elettori e per proporre una visione alternativa al rassegnarsi a “farvi inghiottire l’autonomia dal famelico Salvini? A fare furbi patti con il commercialista Fugatti?”.

La sua è una candidatura che sarà contraria ai “disfattisti dal muso lungo, dei profeti di sventura, incuranti del fuoco amico, noi sì che ci proviamo. Perderemo? Chissà, ma ci avremo provato fino in fondo: con la passione; senza rassegnazione. Con allegria, coraggio, forza tranquilla e ottimismo. Per un futuro di autonomia, innovazione, solidarietà. Per un Trentino che ci piace, a cui vogliamo bene”.

Al contempo il Sindacalista Franco Ianeselli ha declinato ogni possibile sua candidatura a Presidente della Provincia Autonoma di Trento affermando che: “Non me la sento. Perché mi trovo in dissenso con la linea che è prevalsa per pochi voti nel Partito Democratico del Trentino, che ha portato alla rapida dissoluzione della coalizione di centrosinistra autonomista. Le maggioranze si rispettano e chi vince si deve assumere le responsabilità delle decisioni prese. Non posso. Perché vedo grande come una casa il rischio che questa spirale autodistruttiva arrivi a contaminare anche la Cgil.
Una Cgil trentina che in questi anni difficili ha saputo essere radicata nella società, autorevole nei confronti di ogni interlocutore, responsabile nelle scelte assunte nell’interesse della nostra comunità”.

Ianeselli ha poi voluto concludere il suo intervento su Facebook affermando che: “Preservare oggi questo patrimonio dalla malattia che sta avvolgendo una parte della politica trentina è il miglior contributo che noi possiamo dare per una sua prossima guarigione”.