Ieri, domenica 23 Settembre, Giuseppina Guarna, candidata per il M5S alle elezioni provinciali, ha organizzato e partecipato ad una giornata di sensibilizzazione in loco per approfondire il futuro progetto “Translagorai” che in sordina sta prendendo sempre più forma e fattibilità, mentre si può affermare che i cittadini di Valle sono quasi completamente ignari di quanto si svilupperà concretamente.

“In sostanza, la Translagorai appare un mero pretesto per potenziare le strutture turistiche a media quota, che ben poco hanno a che vedere con l’intento dichiarato di favorire la traversata a piedi del Lagorai, tanto che obbligano a diverse deviazioni illogiche per chi voglia fare la traversata lungo il percorso originale. Desta stupore che Sat sia partecipe e proponente di questa iniziativa”, ha affermato Giuseppina Guarna, candidata per il MoVimento 5 Stelle alle elezioni provinciali di ottobre.

Gli scopi del progetto per la Guarna appaiono diversi da quelli dichiarati: le somme considerevoli di denaro pubblico andrebbero – a suo avviso – in favore di pochi e a scapito della maggioranza. Sfregio quindi di un territorio pregiato che è patrimonio naturalistico collettivo che dovrebbe essere tutelato e conservato, non ulteriormente spremuto e violentato.

“Ricordiamoaggiunge la candidata per il M5Sche il territorio del Lagorai è particolarmente apprezzato perché è una delle ultime zone wilderness del Trentino: il progetto è in palese contraddizione quando afferma di voler preservare l’ambiente e la sua naturalità e al contempo intende moltiplicare le infrastrutture turistiche, ad alto impatto. Vi sono già delle proposte alternative che alcuni cittadini della Valle, fortemente motivati e consapevoli, hanno elaborato e sostengono perché convinti, come me e tutto il M5S che rappresento, che non si possa sempre e comunque favorire chi calpesta la naturalezza e l’originalità di luoghi simili per sacrificarli alle logiche dell’arricchimento di pochi a scapito della collettività”.

 

Chi in funzione unicamente del profitto, ritiene di poter calpestare qualsiasi altro scopo, sbaglia clamorosamente, non avrà vita facile, non passerà in silenzio un simile massacro ambientale perché semplicemente a quei luoghi e ai suoi cittadini non serve e non porterà reali benefici, anzi…

 

In linea con le indicazioni del governo Nazionale, con il Ministro Costa, il M5S Trentino si dichiara Ambiente e difende l’approccio di salvaguardia dell’habitat del Lago Lagorai, della Malga Lagorai e dei suoi splendidi dintorni e si impegna a portare a conoscenza dei mass media locali quanto si sta verificando ed invita ad approfondire la tematica per comprendere appieno quali ricadute e impatto ci sarebbe e per valutare reali costi e benefici.