MoVimento 5 Stelle: una realtà trentina consolidata

Il Governo è stabile, i trentini sapranno scegliere, può essere riassunto così il senso della prima uscita sul territorio del MoVimento 5 Stelle. In occasione della presentazione della lista dei candidati per il MoVimento 5 Stelle del Trentino, presenti oggi a Trento per la prima giornata sul territorio, è stato ospite dei colleghi a Trento anche il co-protagonista della storia del MoVimento in Trentino, Riccardo Fraccaro, che peraltro era presente con la famiglia e con la neonata bimba. Insieme con il candidato Presidente per la Provincia Autonoma di Trento Filippo Degasperi hanno fatto brevemente il punto sulla odierna situazione della politica nazionale e locale, pur senza presentare ancora un vero e proprio programma che, ha detto Degasperi, sarà reso noto per la metà della settimana prossima, verso venerdì al più tardi con le presentazioni ufficiali.

A parlare della realtà locale è Filippo Degasperi, che si trova a essere candidato per il MoVimento 5 Stelle, un partito solido e rappresentato da 33 candidati, che si presenta in mezzo a una folta schiera di “dinosauri” della politica locale. Un concetto che gli elettori ci chiedono spesso è proprio che hanno sentito parlare di cambiamento ma hanno constatato che sono candidati sempre gli stessi politici presenti da diverse legislature, voi come affrontate questo clima trentino: “Abbiamo dato prova di maturità e serietà risolvendo tutte le nostri questioni in una settimana senza personalismi e polemiche e senza che gli elettori assistessero a quello che portano avanti i partiti tradizionali, che si presentano mascherati da altro, ma con alle spalle i partiti che conosciamo e che abbiamo sperimentato. Il primo passo.

In che modo? “Non abbiamo fatto polemiche e abbiamo presentato la lista completa oggi, il passo successivo sarà quindi tra giovedì e sabato che presenteremo il programma e saremo l’unica forza politica che esce rinnovata e completa. Mentre ci sono partiti che si vergognano addirittura dei propri simboli, dei simboli del proprio partito, credo che l’elettore dovrebbe capire cosa si nasconde dietro se sono i candidati stessi che non vogliono restare dietro il proprio stesso simbolo. Noi speriamo che gli elettori abbiano il tempo di riflettere anche sui tentativi di raggiro che i partiti tradizionali stanno portando avanti.

Qualche considerazione sulla linea governativa: la stessa questione posta per il secondo partito di governo spetta anche a voi, vi muoverete in coerenza e in accordo o in rottura con la linea di Roma? “Noi ci siamo sempre preoccupati principalmente dei temi, è chiaro che ci saranno dei temi su cui saremo in linea e delle questioni su cui potrebbero esserci discussioni. Parlo naturalmente del Governo a 5 stelle, non di realtà aliene a noi, per ora c’è un riconoscimento del MoVimento trentino, ma noi siamo Provincia Autonoma e ci saranno ipoteticamente anche dei momenti di frizione, come per altri governi, ma le scelte saranno comunque risolte senza far ricorso alla Corte Costituzionale.

Si parla spesso di stabilità e di responsabilità, cosa proponete ai trentini: “La responsabilità la dimostriamo in come ci comportiamo. E nel fatto che possiamo lavorare senza le polemiche”. Ha detto Filippo Degasperi il candidato Presidente per il MoVimento 5 Stelle del Trentino.

Chiaramente non poteva non essere messo in luce il problema attuale, della difficoltà con il programma migrazioni, ne abbiamo chiesto un pò a Riccardo Fraccaro. Rispetto al Trentino volevamo capire come è la posizione del MoVimento 5 Stelle, come è posizionato rispetto alla crisi del Governo di fronte all’elettorato che chiede garanzie sulla stabilità dopo quanto accaduto a Matteo Salvini: “Il nostro Governo è unito e stabile non ci sono assolutamente problemi, abbiamo implementato un metodo che funziona e che continuerà a funzionare che è quello del contratto di governo, quindi su tutti i temi che sono contenuti nel contratto mentre sulle scelte che non sono contenute o c’è condivisione o non si portano avanti”.

Proseguite con la collaborazione? “La maggioranza è stabile e ha un consenso che non ha eguali nella storia dei governi recenti passati.

Relativamente al problema occupazione? “Per il MoVimento 5 Stelle una delle priorità o meglio la priorità è il reddito di cittadinanza che permette di rilanciare l’economia locale e di dare lavoro ai giovani favorendo un ricambio, dopo di che stiamo studiando degli sgravi per il costo del lavoro.”

E la legge Fornero? “Il Turn over è collegato alla riforma delle pensioni poiché se i più anziani possono andare in pensione chiaramente possono trovare collocamento i giovani“. Ha detto Riccardo Fraccaro.

Un ultimo commento a caldo, finita la giornata, è arrivato dal candidato che cura il tema storico caro al trentino, il turismo: Mariano Papa. “Il Trentino – ha detto – ha una storia che è legata strettamente al turismo, tanto che esso rappresenta oltre il 12% del PIL. Il nostro obiettivo e la nostra idea è che si possa fare molto di più e che possa essere trovato un sistema per fare sì che questa risorsa fondamentale sia sfruttata meglio“. (MC)

Foto da MoVimento 5 Stelle via facebook @FilippoDegasperi