Alto Adige, al via alla Carta dei servizi della medicina generale e delle AFT

Discussa ieri pomeriggio (4 maggio), nel corso di un incontro presso il Dipartimento alla salute, la bozza della “Carta dei servizi della medicina generale e delle Aggregazioni funzionali sul territorio – AFT”, documento fondamentale per illustrare alla popolazione i servizi offerti sul territorio dalle nuove AFT.

Hanno preso parte all’incontro, indetto dal direttore del Dipartimento, Michael Mayr, rappresentanti dei sindacati dei medici di famiglia, il Centro tutela consumatori ed utenti, la Federazione per il sociale e la sanità, e rappresentanti dei sindacati dei pensionati.

Con la firma del contratto integrativo provinciale per i medici di medicina generale, avvenuta nel febbraio scorso, sono state poste le basi per la creazione delle Aggregazioni funzionali sul territorio. Le AFT rappresentano una rete funzionale tra vari medici di medicina generale collegati anche per via informatica, ed attraverso queste aggregazioni i medici sono ora in grado di garantire una maggiore copertura oraria del servizio ambulatoriale fornendo un approccio uniforme soprattutto per quanto riguarda l’assistenza dei malati cronici.

“Grazie alla sinergia tra i medici di medicina generale che operano nelle AFT ed i Servizi dell’Azienda sanitaria vogliamo realizzare una migliore assistenza sanitaria dei pazienti su tutto il territorio provinciale.

La bozza della Carta dei servizi discussa oggi sarà uno strumento fondamentale per illustrare alla popolazione le nuove potenzialità dell’assistenza sanitaria sul territorio”, sottolinea Michael Mayr il risultato raggiunto nella riunione.

La “Carta dei servizi della medicina generale e delle AFT” vuole in primo luogo ottimizzare l’attività delle aggregazioni funzionali, fornire un’informazione fondamentale in merito alle prestazioni sanitarie che caratterizzano l’attività dei medici di famiglia ed illustrare nel dettaglio i diritti ed i doveri dei medici di medicina generale e dei loro pazienti.

La bozza discussa oggi sarà quindi integrata con i suggerimenti pervenuti e discussa nelle prossime settimane per la sua stesura definitiva.