CANCRO AL COLLO: UNO STUDIO PER LA MAPPATURA DI PREVISIONE

0
22

A Roma è al via uno studio universitario, che sarà condotto presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, che inizierà con un progetto finanziato dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro insieme alla Fondazione Umberto Veronesi, per indagare il ruolo dell’HPV Papillomavirus nella probabilità di ammalarsi di cancro al collo e alla testa. Si tratta del primo studio di previsione italiano.

Per la prima volta sono contemplati e finanziati in Italia degli studi di ricerca che sono stati pensati per abbinare al problema degli stili di vita pericolosi per la salute (fumo e alcool, grassi, fritti e inquinamento) anche le infezioni che possono incidere sullo sviluppo di un tumore in età matura, infezioni da Virus.

Secondo lo studio infatti sono nel sangue le risposte alle diagnosi precoci probabilistiche, dallo studio molecolare dell’Rna infatti si possono tracciare delle linee probabilistiche in ogni persona, secondo le quali questa, sarà tenuta a correggere o cambiare stile di vita, eventualmente monitorare lo stato di salute per la prevenzione del cancro.

Qualora lo studio riuscisse a dare una mappatura completa dei fenotipi si potrebbe arrivare a una prevenzione molto vicina alla copertura, lo studio è condotto dalla Dott.ssa Gabriella Cadoni e dai Dott. Giovanni Almadori e Gaetano Paludetti dell’Istituto di Otorinolaringoiatria dell’Università Cattolica e sarà incentrato principalmente sui biomarker.

In foto: Campagna antifumo diffusa via web

Comments

comments