D’Anna: “Terra dei Fuochi? Non date retta a Saviano, combattere l’inquinamento”

Vincenzo D’Anna, presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi (ONB), è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Bio, parlando delle recenti novità riguardanti la Terra dei Fuochi.

Già nel lontano 2014 interrogai il Ministro dell’Ambiente, Galletti, per costringerlo a tirare fuori dei dati elaborati da una super commissione composta da una trentina di scienziati che si era insediata presso il Ministero dell’Ambiente” ha dichiarato D’Anna. “All’epoca si agiva sull’onda delle rivelazioni di alcuni pentiti e sulle solite farlocche notizie romanzate di Saviano sull’interro di interi autotreni di scorie radioattive“.

Una pesante accusa verso lo scrittore napoletano, con D’Anna che rincara la dose: “Si scavava dappertutto per trovare la pistola fumante. E si voleva eliminare ogni ipotesi di ciclo integrato dei rifiuti. C’era una sorta di continua emergenza che ovviamente favoriva lo sversamento in discariche dei rifiuti. La gente deve capire che è attorno all’emergenza che girano gli affari, le gare di appalto di somma urgenza e tutta una serie di interessi che vengono denunciati come criminali ma che in parte criminale non sono“.

La Terra dei Fuochi – continua D’Anna – è stato l’episodio successivo a un falso ambientalismo che voleva lasciare le cose come stavano in nome del principio per il quale tutto si convertiva oppure tutto si distruggeva“. Così si continuava a sversare nei fossi l’immondizia. A causa di un mancato ciclo integrato dei rifiuti. Si sversavano rifiuti in luoghi isolati e periferici e poi gli si dava fuoco“.

Vincenzo D’Annaè un fiume in piena: “L’ordine dei biologi sulla Terra dei Fuochi sta dando un contributo importante, un contributo positivo. Ha acceso i riflettori sulle nanoparticelle, i veri soggetti inquinanti sono i metalli pesanti, le diossine, che respirandole portano gravi conseguenze, tra cui l’aumento delle patologie tumorali, che in Campania è più basso del 4% rispetto alla media nazionale, ma nella Terra dei Fuochi è più alto del 3%“.
L’inquinamento da sostanze tossiche e da metalli pesanti è la vera cosa da combattere – conclude D’Anna non andare a cercare le sostanze tossiche interrate come diceva il pentito Schiavone o il farlocco Saviano