ERRATA CORRIGE Sanità: M5S Alto Adige – Costantino Gallo

Ci si scusa per il refuso

“L’assessore Widmann piuttosto che aprire un tavolo di confronto sulle numerose segnalazioni, esposti ed anche indagini della Procura di Bolzano circa la preoccupante situazione che riveste attualmente l’Azienda Sanitaria Altoatesina, cerca di distogliere l’attenzione da un’inefficienza cronica attaccando frontalmente colui che sta portando sotto i riflettori nazionali i gravi problemi del sistema sanitario altoatesino: il dott. Costantino Gallo”.

A comunicarlo, attraverso una nota stampa ufficiale, è lo Staff Comunicazione MoVimento 5 Stelle Alto Adige/Südtirol, che, come ci tiene a sottolineare in merito alla vicenda, “a prescindere dalla sua collocazione politica (in riferimento proprio al dott. Costantino Gallo, ndr.) che lo vede come un simpatizzante del Movimento, la sua attività è riconosciuta nel mondo sanitario e la sua collaborazione come consulente tecnico del Sottosegretario Coletto (Lega) è dovuta proprio alle sue innegabili qualità professionali”.

Anche il Movimento 5 Stelle Alto Adige, infatti, come ricordano nella nota, si avvale della consulenza del dott. Gallo grazie alla quale si è potuto portare avanti quei temi che oggi sono oggetto di indagini come la nomina del DG Zerzer e la stipula della polizza di responsabilità civile dell’ASL”.

L’assessore Widmann, dunque, si legge in conclusione, cerca di confondere le acque, qualificando l’azione del dott. Gallo e per estensione del Ministero della Salute e del M5S dell’Alto Adige come un’azione che verte su una discriminazione etnica. La nostra attività e parte del nostro programma elettorale comprendeva appunto un impegno costante per il miglioramento dell’assistenza sanitaria. Noi abbiamo un programma da rispettare e ci avvarremo di tutte le professionalità disponibili per poterlo realizzare, compreso il dott. Gallo.”