Accattonaggio molesto: depositata la mozione di M5S a Trento

0
33

I consiglieri M5S di Trento Dematté, Maschio e Negroni hanno depositato questa mattina una mozione contro l’accattonaggio molesto. La mozione, in particolare, impegna sindaco e giunta ad emettere un’ordinanza per vietare l’accattonaggio in forma molesta, sul territorio comunale e in generale qualsiasi forma di accattonaggio che possa intralciare il traffico o l’ingresso ad ospedali e uffici. Per dissuadere i trasgressori, accanto all’immediata interruzione dell’attività di accattonaggio, è previsto anche il pagamento di una multa (da 50 a 300 euro).

“Nel centro storico di Trento – spiegano i consiglieri M5S – in questi anni si è intensificata la presenza di mendicanti dediti alla richiesta insistente di denaro. Non si tratta più di episodi isolati. Attraverso uno studio empirico che ha coinvolto la città di Trento, l’Unione Europea ha accertato che si sia ormai consolidato un “racket dell’elemosina”, molto spesso giocato proprio sulla pelle di altre persone, anche minori, sfruttate in queste attività di accattonaggio organizzato. Un fenomeno che oltretutto influisce molto sulla percezione della sicurezza tra i cittadini ed è anche per questo motivo che chiediamo al sindaco e alla giunta di attivarsi per contenerlo approvando la nostra mozione e applicando l’ordinanza”.

Comments

comments