ARMI, YACH, AUTO DI LUSSO ED AMANTI. LA “BELLA VITA” DI DAN BILZERIAN

0
18

L’avrete sicuramente sentito o intravisto negli ultimi mesi, sbirciando tra gli ultimi scoop e novità mediatiche del web, o su qualche scatto rubato da Instagram, uno degli uomini più discussi del momento, con una vita più vicina ad un film d’azione che alla quotidianità a cui tutti siamo abituati. Si tratta di Dan Bilzerian, ormai diventato uno dei volti più noti degli Stati Uniti, salito alle luci della ribalta a causa della sua vita estrema al limite dell’inverosimile, una specie di “sitcom” reale che va in scena ormai da qualche mese su Instagram: armi, ville, macchine sportive, yach e soprattutto molte donne poco vestite. Dati i contenuti, non c’è da stupirsi che raccolga qualcosa come 725mila followers e commenti da ogni parte del mondo.

Nasce a St. Petersburg Florida nel 1980, primogenito del noto uomo d’affari di Wall Street Paul Bilzerian che, al contrario del figlio trascorre una vita pacata, riflessiva e molto riservata. Dopo una breve parentesi di addestramento nei corpi speciali dei Navy Seal, da cui fu ben presto cacciato ed un paio di attacchi cardiaci, probabilmente dovuti ai suoi eccessi che lo hanno sempre caratterizzato, Dan si butta nel florido mondo del poker, dando pubblico sfoggio del suo immenso patrimonio con giocate con una media di 100 Dollari di “buy-in”.
Si autodefinisce il “Bill Gates del Poker” sostenendo di aver guadagnato oltre 50 milioni di dollari al tavolo verde.

Tra case comprate alla cieca, Yach da sogno, pose più o meno “artistiche” circondato dalle più belle donne del mondo, armi in abbondanza ed auto di lusso, già nel 2010 il suo account Twitter era finito tra i più divertenti e seguiti nella classifica stilata dai lettori di Bluff, “The funniest poker twitterer” e quest’anno, dopo l’escalation degli ultimi mesi è stato nominato l’uomo più “seguito” del pianeta” e “re dei playboy”. Dan si è inoltre recentemente preso qualche sfizio cinematografico, come ad esempio il ruolo di stuntman in “Olympus has fallen” o quello di attore in “Lone Survivor”, comperando una parte nella pellicola di Peter Berg, costatagli circa un milione di dollari per qualche minuto di azione.

Oltre a girare il mondo in compagnia di un numero indeterminato di ragazze sinuose, accompagnatrici ed amanti, Dan, come anticipato, è anche un appassionato collezionista di armi, detenendone e “postandone” sui social network una quantità sufficiente a sedare una rivoluzione, raccogliendo commenti di stima ed invidia dai più, ma anche aspre critiche da femministe, pacifisti ed animalisti.

Che lo consideriate un modello da raggiungere ed imitare, o un incorreggibile peccatore, vittima dell’odierno sistema capitalistico che sembra creare nell’uomo delle finte necessità spesso molto lontane dalla nostra stessa natura, Dan Bilzerian resterà comunque nella storia come l’uomo dall’esistenza più folle, sfrontata ed accattivante che sia fin’ora mai esistito.

Luca Bazzanella

 

 

Comments

comments